A distanza di un mese dall’uscita di “Come neve al sole”, Riviera Time ha intervistato la cantante e bassista imperiese Francesca Pilade.

“La passione per la musica c’è sempre stata, fin da bambina. Sono cresciuta a latte, Pink Floyd e Genesis. In modo inaspettato, l’ultimo anno di università, ho cominciato a suonare il basso e, ancora più inaspettatamente, terminati gli studi, ho cominciato a scrivere parole,” racconta Francesca.

Il 13 settembre scorso è uscito il singolo “Come neve al sole” registrato all’Ithil World Mastering & Recording Studio di Imperia. La registrazione è stata possibile grazie alla meritata vittoria di Francesca al concorso musicale “Imperia note giovani 2017”, organizzato dall’associazione Pànta Musica e dal Comitato san Giovanni.

“Le canzoni che scrivo partono generalmente dalle mie esperienze. Ho spesso l’esigenza di buttare fuori quello che ho dentro cercando di prendere coscienza dell’esperienza che ho vissuto,” spiega.

La canzone è caratterizzata da una musica swing e da un testo raffinato. Ad accompagnare la cantante sono le note del maestro Michele Savino (pianoforte), Angelo Vacca (chitarra) e Luca Memeo (batteria).

Il 2019 sarà un anno importante per Francesca: all’orizzonte la registrazione del suo primo disco.

“In realtà avremmo materiale per ben due dischi, ma iniziamo con il primo,” scherza Francesca. “Sto prendendo la seconda laurea e insegno filosofia e storia a scuola. È un anno pieno di impegni, ma nei momenti liberi mi concentrerò sulla registrazione.”

La vita di Francesca si divide, quindi, in due: da una parte la passione per la musica, dall’altra quella per l’insegnamento.

“In entrambi i casi provo forti emozioni. L’insegnamento è qualcosa che parte dall’intelletto, mentre la musica dai sentimenti. Mente e cuore: due aspetti che devono essere presenti in ogni persona,” commenta Francesca.

Il video di “Come neve al sole”, utilizzato per coprire l’intervista di Riviera Time a Francesca, è stato girato da Never Milesi e montato da Giorgio Montanari.