Torna la classifica settimanale di Riviera Time con i 10 video più visti negli ultimi giorni.

[CICCA SULL’IMMAGINE PER VEDERE IL VIDEO]

10

Venerdì 8 ottobre il servizio ‘drive through’ per l’esecuzione dei tamponi a Vallecrosia si è trasformato in un incubo per il traffico cittadino. Sono statuate infatti 200 le macchine che si sono presentate bloccando il completamente il centro. L’intervista al sindaco Armando Biasi.

9

Molini di Triora: le campane della chiesa di Corte suonano a festa per il ritorno dell’acqua. L’alluvione dello scorso weekend aveva infatti provocato gravi danni all’acquedotto lasciando la frazione senza servizio idrico.

8

Sopralluogo a Ceriana dopo l’alluvione. Situazione critica in località Bellando. “Colpa dell’incuria, necessaria manutenzione” dice il sindaco Maurizio Caviglia.

7

Situazione drammatica a Rezzo dopo l’alluvione: acquedotto e fognatura ko, case distrutte in frazione Cenova. Il sindaco commenta: “È saltato tutto, non c’è più nulla che funzioni”.

6

Mendatica e la sua viabilità distrutte dal maltempo, il sindaco Pelassa commenta: “Peggio del 2016. Il ponte del Mulino a traffico limitato, chiusa la strada per Cosio”.

5

“Un primo giorno di rinascita”. Così Matteo Orengosindaco di Badalucco, commenta la riapertura della strada provinciale 548, asse viario principale della valle Argentina. La circolazione era stata bloccata sabato da una frana avvenuta sotto l’abitato di Montalto Ligure.

4

Nella notte tra il 2 e il 3 ottobre a Riva Ligure sono state evacuate 36 persone a causa dell’esondazione dell’Argentina. Il sindaco Giuffra all’indomani dell’allerta commenta: “Danni su costa e foce del torrente. In arrivo 8 milioni per messa in sicurezza del torrente”.

3

Strazianti le prime immagini che sono arrivate dell’esondazione del fiume Roja a Ventimiglia la notte tra il 2 e il 3 ottobre. Un articolo per rivivere quei tristi momenti.

2

Molini di Triora è stata devastata dal maltempo e dalla tragedia dei due operai morti a Bajardo mentre ripulivano una strada dai detriti, il vicesindaco Marvaldi ha dichiarato: “Abbiamo perso tutto”.

1

Badalucco si rialza a testa alta dal fango. Una comunità che, unita sempre, riesce a dimostrare ancora più forza nel momento del bisogno. Il fiume, nella notte tra venerdì e sabato, ha distrutto tutto quello che si è frapposto alla sua inesorabile corsa. Ma non è bastato a sgretolare l’animo dei baucogni.