primo piano - Armando Biasi disagi drive through

Dopo il caos questa mattina a Vallecrosia a causa del servizio ‘drive through’ per l’esecuzione dei tamponi nella piazza del mercato, parla ora il sindaco Armando Biasi

Un servizio che rischia di diventare un vero e proprio disservizio,” esordisce nella video intervista visibile a inizio articolo. Con questo sistema, chi deve essere sottoposto al test ed è stato contattato dall’Asl, raggiunge la zona indicata in macchina dove gli operatori dell’azienda sanitaria effettuano il tampone. Una strategia per velocizzare l’esecuzione dei test senza intasare gli ospedali.

Il servizio, che inizialmente veniva svolto a Ventimiglia, dopo l’alluvione è stato spostato proprio nel comune di Vallecrosia

“Abbiamo iniziato lunedì scorso. Il luogo si presta bene per questo tipo di attività. Nei giorni scorsi sono stati effettuati 60-70 tamponi e tutto è andato bene. Questa mattina, senza che nessuno ci avvisasse, sono arrivate 200 macchine,” spiega Biasi. Da qui la congestione dell’intero traffico cittadino

Oltre ai 100 tamponi previsti per la giornata di oggi sono stati infatti aggiunti di urgenza quelli per 100 alunni della scuola Ruffini di Bordighera.

“Ringrazio l’Asl, la Polizia Locale e i Carabinieri per aver gestito la situazione. Se necessario accettiamo questo disservizio nei prossimi giorni. Ma da lunedì, se l’Asl vuole continuare ad effettuarlo nel comune di Vallecrosia, vanno contingentati i numeri.”

La proposta del sindaco è quella di aggiungere un turno anche nel pomeriggio. Nei prossimi mesi, al fine di prevenire e limitare i contagi, si prevede inoltre un aumento dei tamponi; anche in relazione a eventuali nuovi casi positivi nella provincia di Imperia. Al riguardo Biasi aggiunge: “Bisognerebbe aumentare i punti per il ‘drive through’, se uno solo non basta. Ho quindi scritto e contattato la dirigenza dell’Asl: o si organizzano o questo servizio a Vallecrosia non possiamo più garantirlo.”