Il Comune di Cervo al lavoro per riqualificare la zona della foce

A pochi giorni da Ferragosto, abbiamo fatto un bilancio della stagione estiva 2020 nel Comune di Cervo con il sindaco Lina Cha. “Sta andando abbastanza bene – dichiara – in questi ultimi giorni vediamo anche la presenza di qualche turista straniero che era mancato nei mesi scorsi. Speriamo quindi che la stagione possa allungarsi nel mese di settembre proprio con l’affluenza di turisti stranieri. Posso dire che la situazione non è così drammatica come si pensava in primavera”.

L’amministrazione comunale, nonostante i problemi legati all’emergenza coronavirus, ha puntato sugli eventi estivi: “Bene il Festival – spiega il sindaco – che nonostante il limite dei posti a sedere fa sempre il pieno. Buona l’idea di proporre il doppio spettacolo, questo ha generato veramente un indotto economico positivo, perché la gente che viene già lo spettacolo delle 8 e mezza poi si ferma nei bar e ristoranti, di conseguenza abbiamo visto le piazze e i locali pieni. Gli eventi continuano con altre proposte, come ad esempio quella teatrale che ormai è una consuetudine da diversi anni. La grande attrice Irene Ivaldi presenterà quattro monologhi di Aldo Nicolaj il 14 e il 15 di agosto presso l’Oratorio di Santa Caterina. Ci aspettiamo un’affluenza di pubblico molto numerosa.

Altre iniziative riguardano anche la zona a mare, soprattutto l’isola pedonale che abbiamo voluto creare nella zona della foce, quella che nel nostro sogno di amministratori dovrebbe diventare l’inizio di un parco fluviale lungo lo Steria. Lì ci sono le attività motorie, con il super Jump tre giorni la settimana e lo yoga per chi vuole rilassarsi in questo periodo estivo”.

Per quanto riguarda sempre la zona della foce, “Abbiamo in mente – prosegue Lina Cha – anche con l’amministrazione di San Bartolomeo al Mare, di riprendere un antico progetto già approvato in Regione anni fa e che riguarda il ponte pedonale sullo Steria. Un ponte pedonale di collegamento in funzione anche di quello che sarà l’avvio della prossima pista ciclopedonale. Si tratta di un’opera molto importante a cui teniamo in modo particolare. Abbiamo ripreso la vecchia progettazione e speriamo di poter andare quanto prima in Conferenza dei Servizi per poter rendere il progetto esecutivo, presentarlo in Regione e avere un contributo sul fondo strategico, come già era stato assegnato in passato”.