video

Prosegue “Formae Lucis – passi tra bagliori di bellezza”, la campagna di eventi ideata dall’Ufficio Beni culturali per la promozione del patrimonio artistico della Diocesi di Albenga-Imperia.

Con un suggestivo video interamente dedicato alla chiesa di San Giorgio di Calderara, frazione di Pieve di Teco, Formae Lucis inaugura un ciclo di reportage online dedicati alla riscoperta e al racconto di alcuni luoghi d’arte del territorio diocesano.

Nella chiesa, risalente all’XI secolo, sono stati realizzati un ciclo di affreschi dal cosiddetto Maestro di Bastia, oggi in parte mutili e vittime del tempo, che rappresentano tra gli altri soggetti sacri anche un ciclo dei mesi, raro esempio sul territorio diocesano.

“La chiesa di San Giorgio a Calderara si trova in un’area di estrema bellezza, nei pressi di Pieve di Teco, e fa parte di un patrimonio fragile e spesso sconosciuto al grande pubblico – spiega Castore Sirimarco, direttore dell’Ufficio Beni Culturali – Il video che proponiamo con Formae Lucis è un documentario di circa un quarto d’ora interamente girato a Calderara che, raccontando la storia dell’antica chiesa risalente all’XI secolo, mette in luce il ciclo di affreschi che vi si trova all’interno”.

Il video reportage è stato realizzato con la regia dell’imperiese Mattia Sacchiero e il commento artistico della prof.ssa Anna Marchini e di don Emanuele Caccia.

Articolo precedenteVentimiglia: nonostante gli atti vandalici prosegue la mostra ‘Urbs in Urbe’. Iorio: “Sta diventando una promenade artistica”
Articolo successivo“Momento angosciante, ci dobbiamo reinventare per andare avanti”. Il mago Salvatore Stella e la crisi del teatro di strada