Questo pomeriggio l’europarlamentare di Forza Italia Lara Comi ha fatto visita al point elettorale del candidato sindaco a Sanremo Sergio Tommasini. Ad accompagnarla anche l’Assessore regionale Marco Scajola. 

Uno fra i temi al centro dell’incontro quello relativo ai balneari, alle concessioni e ai danni delle mareggiate: “Io confidavo che in questa campagna elettorale per le europee non si parlasse di balneari perché credevo che il problema si fosse risolto – ha affermato la Comi –  invece siamo ancora qui ma con un passettino avanti. Vorrei sfatare un mito: il problema non è Bruxelles, se non c’è una legge a livello romano non può esserci neanche un sì o un no a livello brussellese”.

Il Governo ha varato una proroga di 15 anni: “Avevamo un vuoto legislativo che andava avanti da troppi anni – afferma l’assessore Scajola – si è deciso per i 15 anni, noi avevamo richiesto come Regione Liguria i 30 anni. 15 anni è già un segnale importante ma bisogna andare oltre. Dobbiamo fare in modo che le concessioni escano dalla direttiva Bolkestein”, conclude.

Il candidato sindaco Sergio Tommasini ha riservato alcune parole proprio sul tema balneari per quanto concerne la città di Sanremo: “Dobbiamo stare vicino ai nostri balneari e imprenditori che hanno subito diversi danni a causa della mareggiata. Bisogna fare un ulteriore passo rispetto a questi 15 anni anche se è già un grande passo avanti. Per quanto riguarda il porto di Sanremo attendiamo gli atti. Avremmo avuto il piacere di vedere tutti e tre i progetti esaminati in consiglio comunale, vedremo i successivi passi”.

Dal point di piazza Colombo la Comi, Tommasini e Scajola si sono diretti facendo una passeggiata per le vie del centro all’assemblea di CNA balneatori in programma al Lido Fontana.