video

Dopo un anno e due mesi è stata riaperta la ferrovia delle Meraviglie, la Cuneo-Nizza-Ventimiglia. Nell’immediata vigilia di Natale, un convoglio partito da Cuneo poco prima delle 7 e arrivato in stazione a Ventimiglia un’ora e tre quarti dopo ha sancito la parziale fine dell’isolamento. E dopo una sosta di un’ora, lo stesso treno è ripartito facendo il percorso inverso.

Punto di raccordo a Breil in territorio francese, dove la linea che parte da Nizza e quella della nostra città di frontiera si congiungono in un unico binario che porta sino a Cuneo. Dopo la lunga attesa, oggi è stata ripristinata la tratta che da Ventimiglia giunge a Breil.

Proprio da questo mercoledì 22 dicembre entrano in funzione quattro corse giornaliere, due andata e ritorno, sino a Tenda, con tariffazione standard, poi da Tenda a Limone Piemonte (tratto senza possibilità di percorrenza stradale) trasporto gratuito con sei ‘treni della neve’ e da Limone sino a Cuneo di nuovo con tariffa ordinaria.

Quando il treno è ripartito direzione monti, ha ospitato un po’ a sorpresa le delegazioni dei sindaci e degli ‘eletti’ francesi della Val Roja che, con il sindaco Scullino, si sono poi fermati a Breil per una serie di discorsi celebrativi.

Nel video servizio a inizio articolo le interviste a Gaetano Scullino, sindaco di Ventimiglia, all’onorevole Flavio Di Muro, al presidente dell’associazione AGB, Sergio Scibilia e a Luigi Dalzi e Valeria Giraudo del comitato locale “Difesa Ferrovia di Cuneo”.

Articolo precedenteSanremo, inaugurate 26 nuove colonnine SOS sulla ciclabile. Il sindaco Biancheri: “Impegno rispettato”
Articolo successivoCovid: oltre 1.100 nuovi casi positivi in Liguria, 9 i decessi. Ancora in aumento le ospedalizzazioni