video

Continua il viaggio di Riviera Time alla scoperta della biblioteca Aprosiana di Ventimiglia e dei suoi preziosi testi. Oggi il dottor Sergio Pallanca, presidente del Comitato Pro centro storico della città di confine, ci parla di un libro quasi unico che ha segnato la storia dell’anatomia veterinaria.

Carlo Ruini, docente universitario e giurista, ha curato la pubblicazione di ‘Della anatomia e della patologia del cavallo‘ – spiega Pallanca. Pubblicato postumo, nel 1618, era inizialmente in due volumi: Anatomia e Patologia. L’Aprosio lo fa poi rilegare in un unico volume e quella costudita qui è una delle due, tre copie esistenti al mondo.

È particolare perché è il primo testo di questo tipo con oltre 60 tavole molto ben dettagliate. Ruini è, tra l’altro, passato alla storia perché ha approfondito le conoscenze su un settore anatomico particolare cioè l’articolazione dello zoccolo, tanto che questa parte ha preso il nome di organo elastico del Ruini”.

L’intervista completa e le immagini del prezioso testo nel videoservizio di Riviera Time.