video

Circa otto quintali di rifiuti recuperati: questo il bilancio dell’operazione ‘fondali puliti’ che si è svolta questa mattina a Sanremo, nella zona del Porto Vecchio. A contribuire a questa importante iniziativa sono stati diversi enti ad associazioni del territorio, tra cui Capitaneria di Porto, Consoli del Mare, Yacht Club, Canottieri Sanremo, Deplasticati, “u Luvassu”, Famija Sanremasca e Comune di Sanremo. Uno su tutti, il sommozzatore professionista Fabio Avagnina, che si è occupato delle operazioni di recupero sott’acqua.

Gli interventi di pulizia hanno riguardato, nello specifico, i fondali dello specchio acqueo antistante la banchina Rambaldi, la zona del molo lungo e della scogliera della Renella. Tra i rifiuti raccolti anche un motorino e una mountain bike.

“Un ottimo bilancio – dichiara Gianluigi Davigo, presidente dei Consoli del Mare sanremesi – è stata una manifestazione di successo. A fronte del lungo periodo di pandemia, ci si poteva aspettare di trovare meno rifiuti, invece abbiamo trovato anche una bici e un motorino. Direi che non ci è mancato nulla”.

Soddisfazione anche per la Capitaneria di Porto: “Questa giornata per noi è molto importante – sottolinea Carmela D’Abronzo, comandante della Capitaneria di Porto di Sanremo – soprattutto per sensibilizzare ancora di più i cittadini sul tema della tutela del mare. Stiamo lavorando per preparare la stagione estiva 2021, saremo presenti come ogni anno in maniera molto attenta”.

“Ringrazio tutti quelli che oggi hanno partecipato – commenta il sommozzatore Fabio Avagnina – durante la perlustrazione mi sono accorto di questi due mezzi inquinanti, visto che il motorino perdeva anche benzina, così li abbiamo recuperati e portati in banchina”.

Articolo precedenteLa grande letteratura torna a Cervo: sabato 26 giugno la serata con i cinque finalisti del Premio Strega
Articolo successivo‘Imperia di Tutti’ propone cittadinanza onoraria al milite ignoto e iscrizione ad anagrafe antifascista: “All’indomani dell’assise comunale restano solo amarezza e delusione”