Al via a Sanremo questa mattina i tradizionali festeggiamenti patronali per San Romolo. 

    Una giornata molto importante e di festa per tutta la città che ha visto l’apertura delle celebrazioni con la Santa Messa nella Concattedrale di San Siro officiata dal Vescovo Monsignor Antonio Suetta.

    Presenti tra i primi banchi le autorità civili e militari: il primo cittadino Alberto Biancheri, l’assessore regionale Gianni Berrino e Fabio Natta, presidente della Provincia.

    I festeggiamenti continueranno alle 16 presso il Teatro del Casinò con la presentazione del libro di Giancarlo Rilla, “Verezzo – Storie di santi, di codici e di cavagni” e la consegna dei Premi San Romolo.

    “Consegneremo dei premi ai cittadini che più si sono distinti in diversi campi onorando la città: uno per la cultura, uno per l’imprenditoria, uno per le attività sociali e uno per lo sport”, spiega Leo Pippione, presidente della Famija Sanremasca.

    Ogni anno viene anche designato e proclamato un ‘Cittadino Benemerito’: “Quest’anno sarà dato ad Elsa Ausenda  e suo marito, i quali hanno destinato una somma considerevole per restituire a Sanremo il Monumento ai Caduti che era stato tolto durante la guerra”, continua Pippione.

    Sarà consegnata anche la targa d’onore ‘Amico di Sanremo’ che andrà all’Ammiraglio Giovanni Pettorino, Comandante Generale della Guardia Costiera.

    Parole di gratitudine arrivano anche dal sindaco di Sanremo, Alberto Biancheri: “Per me questa festività è un momento di riflessione dove ringrazio tutte quelle persone che anche in silenzio contribuiscono a far crescere la nostra città e lavorano per Sanremo”.