L’ospite di oggi dell’intervista di Riviera Time è Mario Robaldo, Capogruppo del Partito Democratico in Consiglio Comunale a Sanremo. 

Tanti i temi trattati nell’intervista, a partire da un bilancio dei cinque anni di amministrazione Biancheri: “Questi cinque anni sono iniziati in maniera travagliata, dovendo pareggiare gli otto milioni di buco del bilancio in praticamente sei mesi. In questi anni abbiamo lavorato sodo, dal Sindaco alla Giunta ai Consiglieri comunali perché ognuno si è preso una zona di cui occuparsi, una suddivisione dei compiti e questo ci ha dato la possibilità di addentrarci dentro l’amministrazione e ci ha permesso di accrescere il legame tra i consiglieri. Tutti pensavano che non saremmo durati più di sei mesi, invece questo non è accaduto perché Alberto Biancheri è stato bravo a tenerci uniti”.

Robaldo sottolinea come Sanremo sia una città piccola ma molto difficile da amministrare. Di conseguenza la realizzazione di determinati progetti ha reso particolarmente orgogliosa l’Amministrazione: “Dalle cose più visibili come la rimozione dei chioschi in piazza Siro Carli oppure i cantieri navali a Porto Vecchio, ma anche l’illuminazione alla Pigna e l’installazione delle telecamere. Anche la creazione del Consorzio Forestale tra i Comuni di Baiardo, Ceriana e Perinaldo e le creazione delle aree cani. Sono progetti ben tangibili”.

Argomento che sta molto a cuore a Robaldo è la questione della distribuzione dell’acqua in zona San Romolo, di cui si è occupato personalmente: “Si auspica che per Natale si possano accendere le pompe dell’acquedotto di San Romolo, opera che si aspettava da molto tempo. L’acqua non verrà portata solo in su al posto dell’autobotte ma anche verso valle”.  Progetti in corso per la zona dell’entroterra sono l’installazione della Fibra che permetterà di portare il Wi-Fi e delle telecamere per prevenire incendi, furti e l’abbandono dei rifiuti.

Aspetto sul quale invece, secondo l’opinione del Capogruppo, non è stato investito abbastanza è l’attrattiva per i giovani della città di Sanremo: “Non parlo delle infrastrutture ma un occhio di riguardo per il tempo libero dei giovani, dando loro l’opportunità di farli rimanere in città e divertirsi. Avrei fatto di più sotto questo aspetto”.

Le prossime elezioni 2019 sono sempre più vicine e il Partito Democratico ha deciso ad unanimità di appoggiare la candidatura di Biancheri: “Era abbastanza ovvio. Il nostro punto di forza per chiedere la fiducia ai cittadini di Sanremo sarà il fatto che molte delle cose che ci eravamo impegnati a realizzare sono tangibili e visibili. Noi abbiamo delle idee e degli aspetti a cui teniamo in maniera particolare e vedremo di affrontarli”.

A chiusura dell’intervista le accuse lanciate dal Gruppo dei 100 al PD e all’appoggio a Biancheri: “Da una parte ci vedono come una difficoltà perché è un aiuto in più che arriva a Biancheri, dall’altra cercano di lavorare sul discorso del PD perché ‘tutto il mondo è paese’ e visto l’andamento nazionale del Partito, anche quello locale seguirà la scia. Se pensano che il PD di Sanremo abbia fatto qualcosa di male, che lo dicano, che specifichino effettivamente che problemi ha creato a Sanremo, dal Partito ai consiglieri. Io ho sempre tenuto ad un principio: devo rispondere agli elettori ma anche alla mia coscienza. Io sono tranquillo perché in questi anni ho lavorato per questa città e non per interessi particolari”.