alida cappellini

L’intervento di Alida Cappellini su La professione di scenografo e la Cerimonia di premiazione del concorso Liguria in corto: sono i principali appuntamenti della giornata conclusiva del Ponente International Film Festival, in programma mercoledì 7 dicembre, tra cinema Olimpia e cinema Zeni.

La giornata comincerà con la proiezione di Zoo, un amico da salvare di Colin McIvor (Gran Bretagna 2017, 97’), in programma per le scuole mercoledì 7 dicembre, alle 10 al cinema Olimpia. Liberamente ispirato alla storia vera di Denise Austin, guardiana dello zoo di Belfast, che ha realmente contribuito alla salvezza di molti animali durante i tragici bombardamenti tedeschi del 1941 che provocarono oltre mille vittime civili, questo film di produzione britannica segue con rigore le linee guida dei classici per famiglie: possiede tutti gli ingredienti per piacere a grandi e piccini, un calibrato mix tra momenti leggeri e altri più drammatici non senza un pizzico di ironia di marchio british.

A seguire, l’incontro con l’attrice, doppiatrice e scenografa Alida Cappellini, che spiegherà ai ragazzi in cosa consiste La professione di scenografo. Nel corso della sua lunga carriera, Cappellini ha lavorato con registi di chiara fama (Visconti, De Sica, Monicelli, Squarzina), scenografi e costumisti di grandissimo livello dai quali impara tantissimo (Tosi, Donati, Pizzi, Mafai, Frigeri). L’incontro professionale con Giovanni Licheri, con il quale si crea un sodalizio anche nella vita, le fa abbandonare definitivamente il mestiere di attrice e si dedica esclusivamente alla professione di scenografa, costumista e designer.

A sigillo della rassegna, la Cerimonia di premiazione del concorso Liguria in corto, che si terrà alle 20,30 al Multisala Zeni. Novità di quest’anno, il concorso per cortometraggi Liguria in corto ha l’obiettivo di promuovere il cineturismo. Aperto a tutti, è stato infatti riservato a cortometraggi che avessero come tematica di base l’ambiente e soprattutto il territorio. Una giuria di esperti del cinema ed esponenti del mondo dell’arte e della cultura ha valutato i corti pervenuti entro il 7 ottobre, selezionandone quattordici tra oltre un centinaio. Tra questi, la Giuria sceglierà i cinque vincitori, che riceveranno premi in denaro e targhe ricordo.

I quattordici cortometraggi in lizza sono: Aire di Cecilia Dianesi, Caos di Graziano Pistone, Driving di Alex Barbaro, Giovanni di Marco Di Gerlando, Il dottore delle bambole di Elio Esposito, Ina òtta a maina a l’ea ciù viva di Federico Ghiglione, L’ultimo viaggio del Kon Tiki di Cesare Romano e Eusel C. Campora, La vittima numero 4 di Alessio De Bernardi, Lettera a Faber di Christian Olcese, Millennial di Eleonora Corica, Never stop dreaming di Riccardo Di Gerlando, Passi di danza di Silvia Monga, Percorsi ad anello di Luca Cristiani, The perfect place – La web serie di Finale Ligure di Samuele Wurtz.

La giuria è formata dall’attore e regista Lino Damiani (che al Festival ha curato anche l’omaggio a Gassman), la regista Maria Lodovica Marini e il produttore Nerio Bergesio (de Il morso del ramarro), l’avvocato Annaluce Licheri esperta in diritto d’autore delle arti e dello spettacolo, il gestore dei cinema Olimpia e Zeni Augusto Venchi, lo studente del Dams Emanuele De Santis, la produttrice cinematografica Laura Cafiero e Mariella Troccoli, direttrice, per sedici anni, fino a dicembre 2021, del Dipartimento Cinema e Audiovisivo del Ministero per i Beni, per le Attività Culturali e il Turismo.

I premi sono offerti da Presidenza del Senato, CittĂ  di Bordighera, Genova Liguria Film Commission, Italia Nostra Ponente Ligure e Lions Club Bordighera Capo Nero Host.

Ingresso gratuito.