L’onorevole Giorgio Mulè (FI) eletto nel collegio del Ponente ligure, interviene sulla questione del bonus 600 euro con un comunicato stampa:

“Sul bonus dei frontalieri il Governo si trincera dietro inutili bizantinismi continuando ad umiliare una intera categoria di lavoratori. Questa mattina, in commissione lavoro, il Sottosegretario Di Piazza ha avuto il coraggio di sostenere che l’iter per l’emanazione del decreto attuativo del bonus dei 600 euro e’ bloccato dall’Inps che, ancora una volta, invece di sostenere i lavoratori in difficolta’ si permette di uccidere il loro futuro con ritardi e iter burocratici insostenibili. Dopo tre mesi dall’entrata in vigore della norma, grazie a un mio emendamento, che assegna il bonus ai frontalieri non si intravede alcuna soluzione concreta per questa categoria di lavoratori che gia’ durante il lockdown ha dovuto subire ingenti perdite e gravi difficolta’. Non possiamo permettere che a causa della superficialita’ ed inadeguatezza di questo Governo siano ancora una volta i lavoratori a dover rimetterci la pelle. Continuero’ la battaglia a difesa dei frontalieri sia dentro che fuori le Aule parlamentari”.