video

Outdoor che passione! Questa mattina un altro appuntamento a Sanremo riguardo questa attività, sportiva e turistica, che ricopre un ruolo molto importante in ottica rilancio territoriale dell’estremo ponente ligure.

Nella Sala degli Specchi di Palazzo Bellevue è nato il protocollo di intesa per lo sviluppo del patrimonio sentieristico tra il comune di Sanremo e i comuni di Castellaro rappresentato dal sindaco Giuseppe Galata, Montalto-Carpasio con il sindaco Mariano Bianchi, Molini di Triora con la sindaca Manuela Sasso, Triora con il sindaco Massimo Di Fazio e con Taggia, capofila della Valle Argentina, presente con Barbara Dumarte assessore al Turismo. Assente invece il comune di Badalucco.

“Dopo la firma di qualche giorno fa da parte di Bordighera capofila a ponente con Ospedaletti, Vallebona e Seborga – spiega il consigliere Mario Robaldo che si è occupato di questo progetto – oggi è toccato ai comuni della Valle Argentina con Taggia che ha assunto il ruolo di referente zonale. Siamo alla firma complessiva di quattordici comuni ma stiamo trattando anche con altri ancora più a ponente per poter proporre un’offerta ancora più ampia, un migliaio di chilometri di sentieri, mulattiere e sterrati per una svolta molto importante per tutto il comprensorio”.

Ad accogliere i colleghi sindaci che hanno anche fatto parecchia strada stamattina per arrivare all’appuntamento e per questo sono stati ringraziati pubblicamente, c’erano gli assessori Faraldi e Menozzi, e Alberto Biancheri.

“Tutto nasce tre anni fa con il Consorzio Forestale – dice Biancheri – e con i primi comuni che hanno creduto in questo progetto che si è man mano ampliato e oggi si concretizza con la firma su questo protocollo riferito alla Valle Argentina. Il nostro entroterra può offrire percorsi straordinari, panoramici ma anche una storia ed una cultura e Sanremo ha bisogno di tutto questo patrimonio per promuovere un’offerta turistica al passo con i tempi”.

“La sinergia con i comuni vicini noi la applichiamo già da tempo, con il Corso Fiorito, con Linea Verde e gli speciali che ci ha dedicato la Rai e che hanno promosso anche i piccoli centri del nostro entroterra”.

“Tutti questi comuni si affidano a noi? – prosegue il Sindaco di Sanremo – diciamo che esiste un bisogno reciproco ed è evidente che insieme siamo più forti e questo è il modo corretto di interpretare l’accordo. Chi viene a Sanremo sicuramente farà una gita a Dolceacqua, per fare un esempio, o in altri posti nel raggio di una ventina di chilometri. Noi siamo un piccolo fazzoletto di terra che però può offrire tantissime cose”.

Articolo precedenteBordighera, sequestrati dalla Polizia due motocicli modificati. Pugno di ferro dell’amministrazione contro velocità eccessive e rumori molesti
Articolo successivoDolceacqua annuncia gli eventi dell’estate 2021