video

Due mesi di cammino, oltre 1.000 km sulle montagne. Antonio Santeusanio, 70 anni, è riuscito a portare a termine la sua impresa: percorrere oltre mille chilometri della via Alpina in solitaria.

Partito lo scorso 21 giugno, l’alpinista è arrivato il 18 agosto a Monaco percorrendo in 63 tappe il cosiddetto ‘itinerario blu’, che dalle Alpi Pennine porta alle Alpi marittime, attraverso Svizzera, Francia e Italia. Ad attenderlo all’arrivo un gruppo di amici, che hanno festeggiato insieme a lui l’importante traguardo.

“L’inizio è stato abbastanza difficoltoso per il brutto tempo – racconta a Riviera Time – ci sono stati percorsi impegnativi per via della neve, che ha raggiunto i 5/6 metri. Lungo il percorso ho incontrato tedeschi, svizzeri e italiani, con cui ho condiviso alcune tappe. 

Due mesi sono lunghi – aggiunge – si pensa a tante cose, negli ultimi 15 giorni ogni tanto il sistema nervoso rischia di crollare, però sono riuscito a superarlo. Ci vuole una buona preparazione fisica, ma quello che conta è la testa. Se crolla la concentrazione torni a casa, basta poco.  

Lo farei ancora? Può darsi”.

Articolo precedenteAmanda Embriaco è l’ottava paracanoista più forte al mondo: “Un’emozione enorme, consapevole di poter migliorare ancora”
Articolo successivoCovid, scuole: positivo nelle ultime 24 ore uno studente del distretto sanremese