Si chiama ‘Glue’s Avenue’ il tiro acustico sanremese formato da Roberto Bonazinga, Lorenzo Spinozzi e Andrea Arnaldi. 

Il progetto nasce dalla volontà di Roberto, bassista e contrabbassista e Lorenzo, chitarrista. I due, dopo aver seguito i loro percorsi di formazione e le loro esperienze, si sono nuovamente incontrati per unire il proprio talento e le loro conoscenze musicali, formando un gruppo a cui poco dopo si è unito Andrea Arnaldi, voce principale del Trio.

Il 6 febbraio 2018 nasce ufficialmente il trio ‘Glue’s Avenue’, il cui nome è ispirato al nome della via in cui abitano, strada alla Colla che, tradotto in inglese, suona più o meno come Glue’s Avenue. Quel giorno i tre musicisti hanno provato per la prima volta nel Monkey Beat Studio di Mauro Martini a Sanremo, dando il via al loro sogno.

Il gruppo nasce come Trio swing acustico e, andando avanti con il tempo, si è avvicinato al cantautorato italiano e al rock, crescendo musicalmente e diventando così un gruppo poliedrico: “Siamo partiti con i pezzi di Sergio Caputo, che sono prettamente swing, poi ci siamo approcciati al cantautorato italiano con Daniele Silvestri e Stefano Rosso, suonati in chiave trio. Subito dopo poi è arrivato il rock, gli ‘Eagles’ sono stati fondamentali per la nostra crescita musicale”, racconta ai nostri microfoni Lorenzo.

A quasi un anno dalla loro nascita hanno già stregato tutta la Provincia e non solo. Durante l’estate si sono esibiti in diversi bar e ristoranti: “Portiamo qualche nostro inedito ma principalmente un repertorio di cover, che sono la nostra palestra e hanno ampliato molto le nostre conoscenze”, spiega Andrea.

Adesso sono arrivati ad un grande traguardo: il loro primo disco, dal titolo ‘Glues’, che sarà presentato domenica 3 febbraio, alle 19.30, al Museo della Canzone di Erio di Vallecrosia. “Il disco è nato inizialmente da pezzi scritti da Andrea che aveva chiusi nel cassetto, poi riarrangiati. Durante l’estate quando giravamo per locali comunque continuavamo a scrivere i nostri brani e a novembre ci siamo trovati con 8 pezzi, così abbiamo deciso di fare una raccolta per chiudere l’anno, racconta Roberto.

Riviera Time ha incontrato i ‘Glue’s Avenue’, proprio nella sala in cui sono nati, per ascoltare la loro storia.