Andrea Costa

“Sono sempre più convinto che spostare il coprifuoco di un’ora sia una scelta di buon senso. Trovo poco ragionevole, infatti, non prendere in considerazione la proposta di posticiparne l’inizio dalle 22 alle 23. Un’ora in più non comporterebbe nulla dal punto di vista dei contagi e rappresenterebbe piuttosto un’ulteriore messaggio di fiducia per il tessuto economico tutto e per i tanti imprenditori e famiglie che si stanno riorganizzando per ripartire. Tale modifica permetterebbe alle moltissime attività economiche che operano la sera di erogare i servizi in condizioni migliori. Penso alle cene dei ristoranti all’aperto, agli eventi culturali o agli spettacoli. A meno che non vogliamo inventare la formula dei film serali al cinema in due giorni: il primo tempo una sera e il secondo la giornata successiva”. 

È quanto dichiara in una nota il Sottosegretario di Stato alla Salute ed esponente di Noi con l’Italia, Andrea Costa.

“Dobbiamo essere consapevoli – prosegue il Sottosegretario – di essere entrati in una fase nuova di riaperture, dalla quale non tornare indietro. Sono convinto che i cittadini, come già nei mesi scorsi, sapranno dimostrare coscienza e responsabilità nell’affrontare questo nuovo percorso graduale che presto ci permetterà di tornare alla vita normale”.

Articolo precedenteDemanio marittimo, l’assessore Scajola: “Ampliamento dei dehors per le attività commerciali e linee guida per la stagione simili a quelle del 2020”
Articolo successivoEntroterra, vicepresidente Piana: “Continua l’impegno dei volontari per il recupero di mulattiere e sentieri storici”