Coronavirus, il punto della situazione sulla crisi con il direttore della Caritas Ventimiglia-Sanremo

Recentemente Riviera Time vi ha portato in un viaggio nella realtà dell’Emporio Solidale di Sanremo gestito dalla Caritas. Un presidio importantissimo, ancora di più in questo periodo, che da un sostegno alimentare a centinaia di persone.

Ma in questa situazione caratterizzata dall’emergenza coronavirus sono anche altri i servizi che la Caritas Diocesana Ventimiglia-Sanremo sta mettendo in campo.

Il direttore Maurizio Marmo spiega: “Abbiamo centri d’ascolto sia a Sanremo sia a Ventimiglia dove chi ha difficoltà o necessità si può rivolgere. In queste ultime settimane sono state tante le persone che sono venute. Le situazioni sono di vario genere. C’è chi aveva un lavoro e che è in attesa della cassa integrazione. Chi aveva lavoretti che lo rendevano autonomo, ma che ora non può beneficiare degli aiuti statali. Le conseguenze di questa emergenza sanitaria si stanno facendo sentire su tutta quella fascia di persone che erano già al limite e che quindi hanno ora difficoltà significative.”

“Gli aiuti alimentari – continua – sono una delle possibili risposte che stiamo attuando in collaborazione con i comuni. Ma ci sono altri interventi di altro genere a seconda dei fondi a disposizione: ad esempio aiuti per le bollette o in qualche caso anche per l’affitto.”

Un altro aspetto è quello fondamentale del supporto per l’attivazione di pratiche burocratiche. “Mettiamo a conoscenza dei possibili aiuti da parte del comune o dello stato, aiutandoli poi a fare domanda, come ad esempio per il reddito di cittadinanza. Ci sono persone che ne avrebbero diritto ma che non ne ha fatto richiesta per difficoltà personali o fragilità di vario genere.”

Uno sforzo in più in questo periodo anche per dare un letto e un tetto a chi è più in difficoltà.

“Abbiamo accoglienza notturna sia maschile sia femminile a Sanremo e nella zona di Ventimiglia, Bordighera. In questo periodo l’accoglienza è sulle 24 ore, invitando a rimanere anche loro ‘a casa’. Abbiamo creato un sistema tale da garantire il distanziamento tra gli ospiti garantendo quindi la loro sicurezza,” spiega.

A Maurizio Marmo abbiamo anche chiesto qual è la situazione attualmente a Ventimiglia per quanto riguarda i migranti in transito, altro fronte sul quale la Caritas è impegnata.

“Il passaggio nelle scorse settimane si è quasi azzerato nel mese di aprile. In questi giorni sta arrivando qualcuno in più e possiamo immaginare che il trend sia in crescita nelle prossime settimane. Sappiamo che qualche arrivo in Sicilia c’è stato e anche dalla rotta balcanica. Sarà quindi necessario organizzarsi a Ventimiglia per gestire questa complessa situazione,” commenta.

In tutta questa situazione, l’emergenza sanitaria ha visto la risposta di una comunità unita. Tantissimi i gesti di solidarietà e generosità in questo periodo.

“Per quanto riguarda gli aiuti alimentari si è alimentata una rete solidale importante anche semplicemente per proposte come il carrello sospeso. C’è poi chi fa delle offerte. Devo ringraziare tutti, i donatori, i volontari, le pubbliche assistenze, la Protezione Civile e le varie associazioni che ci danno una mano,” conclude Marmo.