Da poco più di 24 ore il presidente regionale Giovanni Toti ha annunciato nomi e deleghe per la composizione della nuova giunta che lo affiancherà nel suo secondo mandato.

Tre assessori a Cambiamo, due alla Lega, due a Fratelli d’Italia. Ben cinque le riconferme, soltanto due i volti nuovi: Simona Ferro e Alessandro Piana che ha già ricoperto la carica di presidente del Consiglio.

Piana, nato nel 1972 a Imperia, nella vita privata è un agrotecnico e imprenditore agricolo. Prima della prestigiosa carica, coperta dal marzo 2018 a pochi giorni fa, è stato consigliere comunale di Pontedassio dal 2005 al 2014, ricoprendo dal 2009 al 2011 il ruolo di assessore ai Lavori Pubblici e all’Urbanistica e nel 2014 quello di vicesindaco. Dal 2005 al 2009 è stato inoltre consigliere dell’allora esistente Comunità Montana dell’Olivo. Dal 2006 al 2010 ha poi ricoperto l’incarico di consigliere provinciale, consiglio del quale è stato presidente dal 2010 al 2015. Nel 2015 è stato eletto in Regione. Milita nella Lega dal 2001. Da oggi sarà il vicepresidente della regione e si occuperà di Agricoltura, Parchi e Promozione del Territorio.

Altro imperiese in giunta è il riconfermato Gianni Berrino con le deleghe a Turismo, Trasporti e Lavoro. Nato a Sanremo nel ’64, è avvocato dal 1994, laureato in giurisprudenza nel 1989. Nel suo curriculum politico vanta una lunga esperienza che parte dal 1984 quando si candidò tra le fila del Msi alle elezioni comunali della città dei fiori. Dal 1995 al 2003 è stato vicesindaco con Alleanza Nazionale con le deleghe a Bilancio e Patrimonio. Dal 2004 al 2008 è passato tra i banchi dell’opposizione per poi tornare in maggioranza, con il ruolo di assessore all’Anagrafe, allo Sport, alle Partecipate e alla Viabilità dal 2009 al 2014. Nel 2014 si è candidato a sindaco perdendo contro Alberto Biancheri e ricoprendo poi la carica di consigliere di minoranza. Dal 2012 fa parte di Fratelli d’Italia.

Terzo imperiese tra gli scranni più alti di via Fieschi Marco Scajola, classe 1970, è al suo secondo mandato da assessore regionale a Urbanistica, Demanio e Pianificazione territoriale. La sua carriera politica inizia nel 1999 a Imperia, città nella quale è nato, con la carica di consigliere comunale con Forza Italia. Ha ottenuto il primo assessorato nel 2004, sempre nel comune di Imperia, con le deleghe a Manifestazioni, Sport e Turismo. Deleghe confermate per il secondo mandato nel 2009 con l’aggiunta dell’incarico di vicesindaco. Dal 2010 è poi entrato a far parte dell’amministrazione regionale. Prima tra i banchi dell’opposizione come vicepresidente del gruppo azzurro, poi come assessore in parte di FI e in parte di Cambiamo, movimento fondato dal presidente Toti. Nella vita privata è psicologo e psicoterapeuta.

Vicino di banco di Scajola sarà ancora una volta Giacomo Giampedrone con Lavori Pubblici, Protezione Civile, Infrastrutture e Difesa del suolo. Giampedrone è nato a Sarzana nel 1981 ed è il più giovane tra gli assessori del Toti bis. Laureato in giurisprudenza a Parma. Dopo esserne stato consigliere comunale dal 2004 in avanti, dal 2014 è diventato sindaco di Ameglia ricoprendo anche la carica di consigliere provinciale di La Spezia. Incarichi lasciati per entrare nell’amministrazione regionale nel 2015, in quota Forza Italia. Voluto già al primo mandato come assessore dal governatore Toti del quale ha poi seguito i passi entrando in Cambiamo.

A completare il trio arancione Ilaria Cavo. Classe 1973, è nata a Genova, laureata in Scienze Politiche e iscritta all’albo dei giornalisti professionisti. Come giornalista ha lavorato in Mediaset e Rai partendo dall’emittente locale Primocanale nella quale ha ricoperto il ruolo di direttore responsabile dal 1998 al 2001. Ha scritto e pubblicato tre libri mentre per ciò che riguarda la carriera politica non ha esperienze precedenti al 2015. Da quella data e per i prossimi cinque anni ricopre e ricoprirà la carica di assessore a Comunicazione, Formazione, Cultura e Politiche Sociali. Dal 2019 è uno dei più noti volti femminili di Cambiamo.

Out Sonia Viale, spostato alla carica di capogruppo in consiglio Stefano Mai, Andrea Benveduti è l’unico assessore riconfermato in quota Lega ed è l’unico dei sette rappresentanti di giunta a non essersi candidato alle elezioni regionali.

Benveduti è nato a Genova nel 1963. Laureato in Economia e Commercio ha frequentato diversi master in Italia e all’estero. Vanta una ricca esperienza in prestigiose aziende nelle quali si è occupato prevalentemente di amministrazione, finanza e controllo. Tra queste: Deloitte, Grendi, Rina, KaVo Italia, Axpo Italia. Dal 2000 è iscritto alla Lega e dal 2018 ha sostituito il collega e amico fidato Edoardo Rixi, eletto in Parlamento, nel ruolo di assessore allo Sviluppo Economico, all’Industria, al Commercio e ai Porti. Assessorato che manterrà per i prossimi cinque anni.

Unico volto completamente nuovo è quello di Simona Ferro, prima dei non eletti tra i candidati alle regionali di Fratelli d’Italia nel collegio di Genova. Simona Ferro, nata nel 1969 a Genova, svolge l’attività di avvocato dal 2000 e dal 2012 è membro del Consiglio dell’ordine degli avvocati del capoluogo ligure. Ricoprirà le deleghe di Organizzazione del personale, Bambini, Animali e Sport.

Articolo precedentePonente Folk Legacy: suono ligure tra tradizione e innovazione
Articolo successivoDisagio giovanile, il neuropsichiatra infantile Trucchi propone creazione rete per aiutare i giovani: “Necessario affrontare problema”