Mercoledì 24 aprile 2019, alle ore 17 presso il Centro Giovanni Falcone (Bigauda) a Camporosso, si svolgerà la presentazione del libro di Enzo BarnabàIl Passo della Morte“, Infinito Edizioni (in collaborazione con Philobiblon), 2019 .

“Un panorama che mi mozza il fiato e mi carica positivamente, ogni giorno che Dio manda in terra”. Ecco Grimaldi, dove la vista è idilliaca e dove le luci di Mentone si vedono scintillare a poche centinaia di metri. Ma Grimaldi, non è soltanto visione paradisiaca, è ed e stato per secoli anche luogo di transito per chi (italiani, antifascisti, ebrei, jugoslavi fino agli africani dei nostri giorni), non munito di documenti in regola, ha cercato e cerca di passare in Francia nella speranza di una vita migliore.

I luoghi hanno una memoria, basta saperli interrogare perché ci raccontino quanto custodiscono. È così che questo libro – scritto da Enzo Barnabà ed illustrato da Viviana Trentin – ci narra storie ed aneddoti sorprendenti: la vicenda degli “aerei annusatori” che ha fatto tremare il governo francese, i passaggi clandestini del sedicenne Curzio Malaparte, del costruttore del Corbusier, di Peynet e di tanti altri. Barnabà è anche un noto africanista, cosa che gli permette di dar con autorevolezza voce a chi oggi cerca di attraversare la frontiera italofrancese.

“Cosa sia una frontiera, quale ne sia lo spessore, il peso, l’odore, e quello di chi la attraversa; quali persone abbia salvato, quante ne abbia condannate, attraendo con le luci appena al di là e poi tradendo con rabbiosi dirupi che ingoiano corpi; quali miti e narrazioni si impiglino al filo invisibile o spinato che separa l’inseparabile, ovvero un paesaggio, una natura, che vivono di continuità e che solo l’incuria o l’amorevolezza dell’essere umano possono rendere differenti. Cosa sia una frontiera veniamo a saperlo con più forza da questo prezioso libro.” (Gianluca Paciucci)