L’ospite di oggi dell’intervista di Riviera Time è il vicesindaco e assessore all’Urbanistica di Imperia, Giuseppe Fossati. 

Fossati ha fatto un primo bilancio della nuova amministrazione Scajola e del suo impegno da vicesindaco: “Impegnativo, ma una bella esperienza, gratificante. L’impegno non mi pesa perché credo sia molto positivo fare qualcosa per la propria città”.

Al centro dell’intervista il PUC, che è stato anche oggetto di campagna elettorale. Una delle prime mosse della nuova amministrazione è infatti stata la volontà di mettere mani su un piano regolatore ormai molto vecchio che necessita di essere cambiato, per seguire e assecondare la nuova Imperia e l’Imperia che verrà.

Imperia è cambiata. Da città industriale sta cercando di diventare una città turistica. Bisogna ristudiare il piano. Stiamo lavorando e contiamo entro l’inizio del prossimo anno di partire con la fase progettuale“, commenta Fossati.

Alcune aree della città risultano abbandonate e senza alcun utilizzo, come ad esempio l’ex stabilimento Agnesi: “Il passato industriale di Imperia è significativo ma ormai è passato e ciò comporta che bisogna pensare a delle nuove occupazione per queste grandi volumetrie. La maggior parte sono di privati. La funzione dell’Amministrazione è quella di stimolare i privati a fare delle proposte”.

Affrontata anche la questione riguardante le critiche portate avanti dall’opposizione sulle ordinanze emesse dal sindaco Claudio Scajola. “Tutte le ordinanze sono verificate in merito alla loro legittimità. Il sindaco è un interventista e molte volte si è reso necessario emettere le ordinanze. Il sindaco però non ha solo risolto l’emergenza ma ha anche spianato la strada per risolvere il problema”.