Artistico e Classico in piazza Calvi, un polo sanitario in via Agnesi. L'idea dell'amministrazione Scajola

Ristrutturare l’edificio scolastico di piazza Ulisse Calvi, spostare il liceo Artistico e riportare il ‘Classico‘ al suo interno per poi creare in via Agnesi un centro di cura unico tra la già presente casa di riposo e quello che diventerebbe l’ex istituto d’Arte.

Sarebbe questo uno dei ‘sogni’ nel cassetto dell’amministrazione comunale di Imperia guidata dal sindaco Claudio Scajola. Presto per parlare di progetto, ma i primi tasselli stanno iniziando a muoversi.

Lo stesso primo cittadino ha infatti dato mandato, a uffici e assessori competenti, di reperire fondi per la ristrutturazione dello storico plesso di piazza Ulisse Calvi che, a oggi, ospita soltanto le elementari. Da lì il ‘Classico’, temporaneamente incluso nel Vieusseux di Porto Maurizio, tornerebbe al suo posto e inizierebbe una ‘trattativa’ con la Provincia, proprietaria dell’Artistico, per lo spostamento di quest’ultimo in piazza Calvi. Trasloco che consentirebbe di liberare la struttura di via Agnesi, vecchia e con noti problemi in diverse aule.

Il terzo coinvolgimento sarebbe quello della casa di riposo, fondazione con finalità di pubblica assistenza e gestione privata, della medesima via che potrebbe così allargare il proprio spazio creando un polo sanitario nuovo, centrale e funzionale per la città.

Come detto si tratta, per ora, di un pensiero, uno studio che avrà bisogno in primis di sostegno economico che il solo ente comunale non potrebbe reggere, ma sul quale in viale Matteotti 157 stanno già lavorando.