video

Oggi, 8 luglio, una open night vaccinale in diversi centri liguri, tra questi il Palasalute di Imperia. Un modo spiega il dottor Marco Mela, direttore del reparto di Igiene Pubblica dell’Asl 1, per: “…incentivare la vaccinazione e arrivare all’80% di persone vaccinate entro l’estate in modo da evitare la ripresa autunnale della circolazione del virus”.

Dalle 20 alle 24 tutti i residenti in provincia di Imperia potranno recarsi nella struttura sanitaria di via Lorenzo Acquarone per ricevere un vaccino Pfizer senza bisogno di prenotazione. La seconda dose, per queste persone, sarà tra 21 giorni e quindi il 29 luglio.

Con il dottor Mela abbiamo parlato anche delle nuove varianti di covid-19 e dell’efficacia o meno del vaccino su di esse: “I virus varianti possono essere pericolosi per tre diversi motivi: maggiore contagiosità, maggiore gravità o perché non sono neutralizzati dagli anticorpi post vaccinazione – evidenzia il dottore. La variante delta, indiana, appartiene al primo gruppo. Non è più grave, è neutralizzata dagli anticorpi, ma è molto più contagiosa. Per neutralizzarla è importante completare il ciclo vaccinale con due dosi di vaccino perché necessità di una maggiore quantità di quest’ultimi. Verso tutte le varianti attualmente conosciute i vaccini sono efficaci purché si facciano due dosi – precisa Mela. Con due dosi si hanno tanti anticorpi e con questi si neutralizzano tutte le varianti, compresa la delta”.

Sui numeri della vaccinazione Mela aggiunge: “Circa il 30% delle persone ha ricevuto prima e seconda dose, un altro 30 ha ricevuto la prima dose e sta ricevendo in questi giorni la seconda. Per arrivare all’80% che ci permetterebbe di avere un’immunità generale manca ancora un 20%. Speriamo di convincere le persone a vaccinarsi in quest’estate in modo che in autunno, quando riprenderà l’attività indoor tutti saremo vaccinati e il virus non circolerà più. In caso contrario la circolazione sarà inevitabile”.

Articolo precedentePadel, al via il 12 luglio il 5° Don Quique Fit Open Go Imperia
Articolo successivoCanoni demaniali, l’assessore regionale Scajola: “Soddisfazione per un primo risultato che salvaguarda le attività. Ora governo tuteli intero comparto”