Alla scoperta del borgo di Castelvecchio e della sua parrocchiale

Prosegue il viaggio di Riviera Time alla scoperta della storia di Castelvecchio, antico borgo alle spalle di Oneglia. Dopo l’approfondimento sul Santuario di Santa Maria Maggiore, quest’oggi Antonella Gaibisso Dominici, esperta di storia locale, ci accompagna all’interno della chiesa parrocchiale, dedicata a Santa Maria Madre della Chiesa.

Castelvecchio è uno degli 11 comuni che con Oneglia e Porto Maurizio nel 1923 sono stati unificati e hanno formato la città di Imperia – spiega. – Il nome deriva dall’antico castello situato sul poggio, poi distrutto dai Saraceni nell’anno Mille. Successivamente, nel XIII secolo è stata ricostruita soltanto la chiesa. In passato il territorio di Castelvecchio era principalmente composto da oliveti, pertanto in zona c’erano molti frantoi e oleifici.

Qui sulla piazza della chiesa possiamo ammirare il campanile, terminato nel 1981 e composto da cinque campane, una statua di San Pio da Pietrelcina, collocata in questa posizione nell’anno 2000 e la casa canonica”.

L’intervista integrale è visibile a inizio articolo.