Un ricordo della nonna Caterina, scomparsa il 24 marzo dello scorso anno. È questa la dedica che il diciottenne sanremese Davide Revelli ha voluto fare con la sua prima canzone.

Amante della musica e del canto fin da piccolo, Davide si è trasferito a Genova per inseguire il suo sogno e studiare canto e recitazione.

Lo scorso anno Davide ha perso la sua nonna Caterina a cui era molto legato e ha voluto esprimere le sue emozioni in musica, come lui meglio sa fare. Non avere paura di dire addio alle persone amate, è questo il messaggio che il giovane cantante vuole trasmettere: “Ci tengo che ognuno possa immedesimarsi e rispecchiarsi nei versi della mia canzone”, spiega Davide.

Le parole del brano sono tutte opera di Davide, mentre la musica è stata arrangiata e composta da Simone Borsellini e Mirko Falabbrino: “Ci lavoriamo seriamente da novembre, anche se il testo era pronto già da maggio 2018 perché la canzone mi è uscita così, di getto, dopo un periodo in cui non riuscivo ad esternare le mie emozioni”.

La copertina del brano, disegnata dalla giovane Carlotta Amanzi, raffigura un bimbo in piedi su una sedia che cerca di afferrare la pagina del 24 marzo sul calendario: “Carlotta è riuscita a trasmettere perfettamente quello che io volevo dire nella mia canzone. Il brano vuole anche comunicare il messaggio di godersi fino in fondo i momenti in compagnia delle persone a cui si vuole bene, perché il tempo passa in fretta e, come dico nel testo, ‘aggrapparsi alla vita e al suo valore’.

“24 Marzo” è uscita su tutte le piattaforme di streaming e sta già riscuotendo molto successo.

In futuro? “Cercherò di trasformare questa mia passione in un lavoro, studiando e crescendo artisticamente. Devo trovare la mia dimensione e poi porterò avanti tanti progetti”.