polfer

La Polizia Ferroviaria ligure, anche quest’anno, durante il periodo delle festività, ha rafforzato i controlli sui treni e nelle stazioni delle quattro province della regione. Dallo scorso 18 dicembre al 6 gennaio 2022, sono state 500 le pattuglie impegnate che hanno proceduto al controllo di 5.563 persone. I servizi impiegati a bordo treno sono stati 18 per un totale di 30 convogli presenziati. Particolarmente intensi i controlli svolti nelle due principali stazioni genovesi di Principe e Brignole dove i servizi sono stati effettuati anche con l’ausilio delle unità cinofile antidroga e antiesplosivo messe a disposizione dalla Questura.

Sedici le persone denunciate in stato di libertà per reati che riguardano in parte violazioni della normativa di contrasto all’immigrazione clandestina, ma anche danneggiamenti aggravati ed interruzione di pubblico servizio, sino ad arrivare al furto e alla ricettazione.

Gli arrestati sono stati invece due: un cittadino della Guinea che durante un controllo nella stazione di Ventimiglia ha aggredito due operatori del locale Posto Polfer cagionandogli lesioni gravi ed un italiano di 49 anni che, senza l’autorizzazione del Giudice, si è allontanato dalla sua dimora in provincia di Genova in cui si trovava agli arresti domiciliari.

Oltre a garantire la sicurezza del trasporto ferroviario, gli agenti della Polfer, attesa l’emergenza epidemiologica in atto, hanno anche posto una particolare attenzione al rispetto delle normative emanate per il contenimento del contagio.

Articolo precedenteAl via oggi il nuovo sistema di raccolta differenziata a San Bartolomeo al Mare
Articolo successivoBordighera: nuovo orario di apertura al Museo Bicknell