Ridente paese nel cuore della valle Impero, a 2,5 chilometri da Pontedassio, a 9 da Imperia, immerso negli oliveti, al centro di una valle incontaminata e ricca di coinvolgenti aspetti botanici e paesaggistici; Villa Viani è un antico paese legato allo sfruttamento agricolo del territorio, non lontano dal castello di Bestagno e dalla chiesa duecentesca di San Michele.

Il villaggio è stato fondato dai Viani nel XV secolo e comprende la coeva borgata della famiglia dei Barnato.

Come ogni estate questa unita Comunità si impegna ad offrire a residenti e turisti una serie di manifestazioni di prim’ordine, che spaziano dall’intrattenimento tradizionale alla cultura artistica che valorizza le più importanti ricchezze del luogo.

Torna questo weekend, sabato 27 luglio e domenica 28, la “Sagra della lumaca e degli spiedi”.

Gli stand gastronomici saranno aperti alle 19; dopo le 21 inizieranno anche le danze il sabato con l’orchestra “Christian e la Luna Nueva”, molto apprezzata in Liguria e dintorni e la domenica con la celebre “Laura Fiori”.

La grande esperienza accumulata dal personale della Pro Loco di Villa Viani è garanzia per un’ottima serata con una cena a base di specialità locali, dai nostri primi ai fiori ripieni e tanto altro, che accompagnano il clou della serata, lumache e spiedini, sapientemente cucinati, il tutto innaffiato da ottimo vino. La grande esperienza accumulata dal personale della Pro Loco di Villa Viani è garanzia per un’ottima serata con una cena a base di specialità locali, con una particolare attenzione per quelli che sono diventati PRESIDI GASTRONOMICI come lo zucchino trombetta di Albenga, il cui fiore è utilizzato per la preparazione dei prelibati “fiori ripieni” del piatto misto.

Del resto, Villa Viani è una splendida località integra, tranquilla tra gli olivi, ma a poca distanza dalla costa.

Le lumache, in primo luogo, la cui cottura è guidata dal postino locale esperto elicicoltore. Legate ad una ricetta tradizionale locale che non è andata perduta. E poi spiedini saporiti, patate fritte non surgelate, ma pelate a mano da tutto il paese: questa è cura per il pubblico. Le donne del paese mettono tutta la loro arte culinaria al servizio dei graditi ospiti…e la loro sapienza è veramente tanta…

Come da anni a questa parte, infine, c’è la possibilità di sfidare la fortuna. Bisogna tenere i tagliandi che si ottengono con l’acquisto dei vari piatti e ripresentarsi la sera della domenica: fra tutti i biglietti presenti verrà estratto un grande regalo (COLLANA FANTASIA CON PIETRE NATURALI DI MANIFATTURA ITALIANA), messo a disposizione dallo sponsor della manifestazione, che, peraltro, è legato alle sue origini di Villa Viani.

Articolo precedenteCarcere Valle Armea, detenuto dà fuoco a una cella. FP CGIL Penitenziaria: “Auspichiamo misure di sicurezza idonee”
Articolo successivoCon la “Sanremo Vertical Tri” una giornata di sport dal mare alla montagna