Ha preso il via questa mattina la prima regata delle Vele d’Epoca di Imperia – Panerai Classic Yacht Challenge.

58 gli yacht che da questa mattina e per i prossimi due giorni saranno impegnate nelle regate di fronte alla costa imperiese. Lo spettacolo di queste magnifiche signore del mare è davvero suggestivo e quanto mai eterogeneo; autentica testimonianza delle varie epoche dello yachting.

Numerose le barche importanti che partecipano al raduno: dal colossale schooner Atlantic, il 23 metri S.I. Cambria, la coppia dei Moonbeam, e Manitou del 1937, sul quale navigava il presidente J.F. Kennedy. Eva è invece il 17 metri del 1906 di proprietà di Pete Townshend, leader e chitarrista del mitico gruppo rock The Who. Non mancano lo storico Il Moro di Venezia I che fu di Raul Gardini, oppure Emilia del 1930, commissionata all’epoca dal senatore Giovanni Agnelli ai cantieri Costaguta di Genova. La Marina Militare schiera sulla linea di partenza Stella Polare del 1965 e Corsaro II del 1960, due delle imbarcazioni sulle quali continuano ad addestrarsi gli allievi ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno. In regata a Imperia anche Vistona del 1937, il cutter aurico che, oltre ad avere partecipato al primo raduno imperiese nel 1986, può vantarsi del titolo di imbarcazione con il più elevato numero di presenze a questo raduno. Tra le nuove iscritte anche Barbara, yawl bermudiano lungo 18 metri varato nel 1923 presso il famoso cantiere inglese Camper & Nicholsons, splendente dopo un restauro durato oltre tre anni.

Durante la regate, le barche sono divise in otto classi diverse in funzione dell’anno di costruzione e della lunghezza.