Proseguono le lodevoli iniziative a favore di Sara Lucà, la ragazza di Arma Di Taggia colpita da un aneurisma celebrale il 28 aprile 2017 e sottoposta a cure molto costose e delicate.

Dopo i primi interventi ricevuti in Italia, che hanno consentito di salvarle la vita, Sara è stata trasferita in una clinica del risveglio austriaca, dove i medici hanno assistito, con cauto ottimismo, una buona risposta alle terapie. Si tratta di cure efficaci, ma allo stesso tempo molto costose e che la famiglia non è in grado di sostenere con le sole proprie forze. Un minimo rimborso è arrivato dall’Asl per le cure all’estero, ma non bastano per pagare i giorni di permanenza nella struttura. Sara si trova in Austria ormai da oltre un anno.

Molte le raccolte fondi portate avanti nei mesi scorsi: tra le ultime iniziative la staffetta “La Diagonale” da Parigi a Roma (durante la quale sono stati raccolti quasi 10 mila euro) e la corsa nel centro storico di Taggia, “Corro per Sara”.

Di recente anche la Banca di Caraglio è scesa in campo con un contributo e l’apertura di un conto corrente solidale, con il quale l’associazione “Gli amici di Luca” potranno raccogliere e gestire ulteriori offerte che poi andranno alla famiglia di Sara.

“Purtroppo non ci sono molti aiuti esterni dal sistema sanitario e in questo momento la grossa parte dei costi è a carico esclusivamente della famiglia. Cerchiamo anche noi di fare il possibile per dare una mano a Sara,” commenta Graziano Colombo, membro del Cda e referente locale della Banca di Caraglio.

 

Per chi volesse contribuire alla raccolta fondi:

IBAN: IT02V0843949090000200103870
Intestatario: “Gli amici di Luca” Associazione
Banca: Banca di Caraglio, del Cuneese e della Riviera dei Fiori C.C. SCRL
Filiale: Filiale N.20
Codice BIC – SWIFT: CCRTIT2TCAR