Taggia, chiusura del campionato italiano di enduro. Bastiani: "Niente pubblico per le norme Covid, ma grande momento di sport"

Il britannico Steve Holcombe si è aggiudicato il campionato italiano di Enduro che si è concluso ieri a Taggia. Un grande momento di sport anche se purtroppo le misure anti contagio non hanno permesso al pubblico di godersi una spettacolare due giorni sulle nostre piste.

“Siamo giunti alla terza edizione degli assoluti di enduro a Taggia. È una manifestazione di carattere internazionale visto che ogni anno partecipano piloti da tutto il mondo,” spiega Raffaello Bastiani consigliere comunale con delega allo sport.

“Un momento di sport e gara veramente rilevante – aggiunge Bastiani – con delle prove su percorsi molto impegnativi e validi a livello tecnico.”

Cala così il sipario su una stagione travagliata per le ovvie ragioni legate all’emergenza sanitaria. Holcombe con i suoi punti di vantaggio ha tenuto il distacco amministrando il vantaggio e senza rischiare troppo. A contendersi il secondo posto sono stati Thomas Oldrati e Brad Freeman. L’ha spuntata il primo arrivato un gradino sotto al podio rispetto al britannico Holcombe.

“La gara a Taggia doveva essere l’apertura degli assoluti d’Italia ed era in programma a marzo. Il lockdown ci ha costretto ad annullarla ma grazie all’impegno del Motoclub Sanremo e del Comune di Taggia, siamo riusciti a recuperare l’evento,” commenta Bastiani.

Ad organizzare la gara è stato infatti il club sanremese con la partecipazione e l’aiuto di moltissimi volontari e realtà locali.

Per vedere le classifiche, anche delle altre categorie oltre a quella Assoluti, è possibile visitare il sito www.italianoenduro.com. A inizio articolo la video intervista a Bastiani e le spettacolari immagini della gara.