La sicurezza sulla strade è sempre un tema ricorrente, il mese scorso in concomitanza con la festa di San Sebastiano, patrono della Polizia Municipale, sono stati resi noti i dati della nostra provincia che vedono un miglioramento delle condizioni di sicurezza.

L’installazione dei nuovi sistemi di controllo della velocità ha inciso su questi dati, ma ha fatto arrabbiare anche molti automobilisti e motociclisti.

Abbiamo intervistato il comandante della Polizia Municipale di Sanremo Claudio Frattarola: “Ogni comune fa una propria pianificazione su cosa vuole portare sul territorio per la sicurezza stradale, questo fa parte di un più ampio progetto europeo di diminuzione della mortalità sulle strade che è iniziato con l’introduzione della patente a punti.”

I dati sono positivi, ma non bisogna abbassare la guardia.

“I nuovi sistemi di controllo hanno portato buoni risultati, ma l’attenzione deve rimanere alta, perché spesso si ha un trend iniziale positivo e poi questi dati si appiattiscono non raggiungendo più il risultato sperato.”

Altro fattore che ultimamente è causa di incidenti è sicuramente un uso non appropriato degli smartphone alla guida.

“La distrazione è uno dei fattori, lo smartphone è una delle cause, io sanzionandoti prevengono una possibile causa di distrazione e quindi un possibile incidente.”

Nel territorio comunale di Sanremo sono stati installati diversi Velo Ok, i ‘tubi arancioni’.

“La rete stradale del comune di Sanremo non permette l’installazione dei tutor o di altri strumenti non presidiati” – ci spiega ancora il comandante – “per questo abbiamo optato per i Velo Ok, che sono la struttura portante degli autovelox che collochiamo, tramite una pianificazione, con la nostra pattuglia. Lo scopo è l’incertezza, lasciare il dubbio se il Velo Ok è attivo oppure no e così far rispettare le norme agli automobilisti e motociclisti con l’obiettivo di salvare vite.”

Nel video servizio di Riviera Time l’intervista al comandante Claudio Frattarola.