È stato finalmente firmato a Sanremo, dopo due anni di lavoro, l’accordo quadro tra le sigle sindacali della CGIL, CISL E UIL provinciali e regionali nonché le associazioni di categoria provinciali al fine di rilanciare l’economia e produttività cittadine.

Al centro della proposta l’incremento dell’occupazione e un accordo sinergico per esortare la Regione a porre maggiore attenzione alle infrastrutture e ai trasporti che da troppo tempo hanno penalizzato l’economia della nostra Provincia.

“Oggi arriviamo a siglare ufficialmente il documento”, afferma il sindaco Alberto Biancheri: “Sicuramente il punto, ovvero l’obiettivo che ci accomuna tutti è quello di creare più lavoro presso il nostro territorio”.

“Siamo partiti dalle infrastrutture, ma non ci fermeremo soltanto su questi temi”, dichiara il Segretario Provinciale CGIL, Fulvio Fellegara: “Faremo lavoro di squadra con tutte le altre associazioni per cercare degli interlocutori come regione e ministero affinché alle idee seguano poi i fatti e che ci siano le gambe per andare avanti tutti insieme”.

“Sicuramente le infrastrutture che si pensano di realizzare insieme a quelle già progettate e finanziate creeranno il completamento di un’offerta turistica che completa quanto c’è oggi ma anche quello che manca”, riporta Claudio Bosio, Segretario Generale CISL Imperia-Savona: “Il sindacato si è posto un elemento di confronto per cercare di stimolare il Comune di Sanremo per realizzare un concreto sviluppo futuro in un ottica di progettazione e non conflitto”.

Risultano chiare anche le parole espresse dalla Coordinatrice territoriale UIL Liguria, Milena Speranza: “Abbiamo assolutamente bisogno che qualcuno guardi verso l’imperiese, che diano la possibilità di far entrare a lavorare persone già sul territorio, perché credo che la dignità dell’uomo parta prioritariamente dal diritto di avere un lavoro”.