video

Domani, sabato 21 dicembre, alle ore 17.30 gli allievi della scuola di musica Ottorino Respighi di Sanremo si esibiscono presso il salone di Palazzo Roverizio in via Escoffier per il saggio di fine anno.

“Più che un vero e proprio saggio – dice il professor Giuseppe Buscaglia presidente della Fondazione Filippo e Mirella Salesi che gestisce la scuola – la chiamerei esibizione da parte degli allievi della Respighi, tutti insieme dai più piccoli di 6/7 anni ai più adulti, accomunati dall’amore e dalla passione verso la musica”.

“La Respighi è la più antica e prestigiosa scuola di musica di tutta la nostra provincia. Fu fondata 53 anni fa e tradizione vuole che da allora in occasione delle feste di fine anno venga confermato questo appuntamento che porta agli auguri di Buon Natale. Il saggio vero e proprio lo proponiamo a giugno, alla fine cioè dell’anno scolastico”.

“Sanremo è nota per essere la Città della Musica – dice Buscaglia –  e lo è diventata certo grazie al Festival ma anche grazie a realtà quali la sua Orchestra Sinfonica e la scuola Respighi dalla quale sono usciti tanti professori proprio dell’Orchestra”.

Il Presidente lancia un appello: “Trovare il tempo per imparare a suonare uno strumento resta molto importante. Sappiamo che sono cambiati i tempi, oggi i giovani hanno tante alternative per occupare il loro tempo libero ma la musica è un’arte, l’arte ha bisogno di rigore e sacrificio, preparazione ed educazione. La Respighi svolge il compito di educazione all’arte ma può anche offrire opportunità di lavoro, chi impara uno strumento può svolgere un’attività anche prestigiosa in grado di soddisfare dal punto di vista economico ma anche per dare un senso alla propria esistenza”.