Le OO.SS. FILCTEM/CGIL FEMCA/CISL e UILTEC/UIL, dopo l’incontro odierno con il C.d.A. di Rivieracqua esprimono grossa preoccupazione per la situazione in cui versano i lavoratori di Rivieracqua.

La situazione che si è venuta a creare, e i tempi che si prospettano legati al concordato, genera continua incertezza nei lavoratori e nelle loro famiglie. Inoltre la cronica carenza di organici e le condizioni degli impianti provocano carichi di lavoro insostenibili per orari, mansioni sempre più gravose e rischi legati alla sicurezza.

Le continue reperibilità non sono gestibili con le attuali forze lavoro. A queste condizioni il mantenimento dell’erogazione dei servizi non potrà essere garantito e i tempi per una soluzione appaiono troppo lunghi.

Per questo viene confermato lo stato di agitazione del personale e viene richiesto un immediato incontro al Prefetto, alla Provincia e ai Sindaci affinchè ogni soggetto coinvolto
possa contribuire ad una soluzione della vertenza.

L’intervista al Segretario generale CGIL Imperia, Fulvio Fellegara