gianni berrino assessore trasporti regione liguria

“La ‘funzione avvistamenti’ sarĂ  fondamentale per gli operatori della Guardia Costiera, che potranno lavorare su un’unica banca dati di valenza scientifica, e per l’Istituto Tethys, che potrĂ  classificare e identificare le specie di appartenenza degli animali avvistati”, commenta l’assessore al Turismo Gianni Berrino.

“Un’iniziativa importante – conclude l’assessore Berrino – che permetterĂ  agli utenti di segnalare attraverso il proprio telefono la presenza di particolari specie marine, geo localizzarle e trasmetterne le immagini. La promozione del mare e la sua tutela sono alla base di un turismo sostenibile e della sua diffusione”.

Articolo precedenteCovid: 14 decessi e 321 nuovi positivi in Liguria
Articolo successivoLa Canottieri Sanremo a salvaguardia dell’ambiente: i nuovi progetti