Per disturbo comportamentale del cane si definisce un atteggiamento o una serie di atteggiamenti manifestati dal cane che non rientrano nella normale serie delle reazioni a situazioni o a stimoli esterni. Le anomalie comportamentali sono svariate, di complessa origine e risolvibili in maniera più o meno complessa.

Gran parte di questi problemi può nascere e perpetuarsi per errori commessi soprattutto nelle prime fasi di apprendimento del cane.

“Ogni cane ha il suo carattere –  spiega Alessandra Cerri, educatore e rieducatore cinofilo – non possiamo applicare a tutti i cani lo stesso metodo relazionale e lo stesso modo di lavorare in educazione. Nel percorso di riabilitazione comportamentale è necessario un educatore che sappia leggere cosa succede strada facendo”.