Parte bene il cinema all’aperto a Sanremo. Il pubblico promuove la location in Piazza Borea d’Olmo

Quella di ieri è stata per certi versi una serata storica per Sanremo. Dopo oltre trent’anni è tornato il cinema all’aperto con una struttura appositamente creata a pochi metri dall’Ariston in Piazza Borea d’Olmo, molto diversa dalle solite proiezioni estive in location provvisorie e improvvisate dove si propongono film mai troppo recenti e tanto meno in prima visione.

Una cinquantina di persone amanti del buon cinema hanno pagato il biglietto da 6 euro, 5 il ridotto, per assistere all’anteprima di ‘I miserabili’ pluripremiato film-denuncia francese del 2019 che ben poco ha da spartire con il capolavoro di Victor Hugo.

“Stasera c’è una certa emozione – ammette Walter Vacchino responsabile del gruppo Ariston – abbiamo dovuto chiudere tutte le nostre sale lo scorso 23 febbraio e questa sera 27 luglio si riparte con la programmazione cinematografica a Sanremo. La location non è ancora perfetta anche per il cantiere aperto e i lavori in corso che comunque si avviano a conclusione ma non bisogna dimenticare che in questa piazza sorgeva il Teatro Principe Amedeo che nei suoi ultimi anni di vita è stato gestito da mio padre Aristide”.

“Il cinema all’aperto – dice Vacchino – mancava a Sanremo dagli anni ’80. La storia ci racconta che il primo è stato il Cinema Giardino che sorgeva esattamente dove adesso c’è la platea dell’Ariston, quindi al livello di via Matteotti. Poi è stato costruito l’Ariston e il cinema all’aperto lo abbiamo spostato sul tetto, una vera rarità a livello nazionale, con una vista meravigliosa sul golfo di Capo Verde”.

“Prima completamente scoperto, poi parzialmente coperto, quel cinema estivo ha resistito sin quando le esigenze festivaliere sempre crescenti ci hanno indirizzato verso la chiusura completa per realizzare la sala polifunzionale che ospita la grande sala stampa del Festival e negli altri mesi quattro sale cinematografiche”.

Vacchino prosegue spiegando che “stasera l’inaugurazione non è stata accompagnata da nessuna cerimonia o inviti alle autorità per una scelta ben precisa. Abbiamo voluto testare direttamente con il pubblico che si è dimostrato molto corretto per il rispetto delle norme che ci sono e che abbiamo dovuto imporre. Se ci sarà un’inaugurazione vera e propria la faremo alla fine dei lavori con la chiusura del cantiere. Resta il fatto che qui alla sera si sta davvero bene, la piazza è fresca, i rumori del traffico inesistenti e i primi pareri raccolti tra il pubblico sono piacevoli e positivi”.

La programmazione prosegue sino alla fine di agosto con un totale di quindici film, compreso quello di ieri sera, con una sola proiezione al giorno alle 21,30 ogni lunedì, martedì e mercoledì.