Monet in Riviera, in due mesi oltre 20.000 visitatori alla mostra

L’obiettivo della mostra erano 20.000 visitatori totali. Invece a due mesi dall’apertura, “Claude Monet, ritorno in Riviera” supera ogni pronostico e si proclama l’evento dell’estate 2019 di Bordighera e Dolceacqua.
A segnare il sorpasso dei 20.000 visitatori sono Valentina e Michael, una giovane coppia di Arenzano (Ge) che ha fatto visita alle due sedi, Villa Regina Margherita a Bordighera e Castello Doria di Dolceacqua. Sono stati premiati con l’ingresso omaggio e la foto ricordo dell’esperienza.

Continua il grande successo per la mostra che celebra l’atteso ritorno di Claude Monet nei luoghi della Riviera, fonte di ispirazione per la sua arte impressionista alla ricerca della luce e dei colori. Una media di 300 visitatori al giorno, con numeri raddoppiati nei fine settimana, registrando in totale 10.000 visitatori al mese. La mostra è aperta fino al 31 luglio, tutti i giorni con orario continuato dalle 10.30 alle 19.30.

C’è grande meraviglia e apprezzamento da parte dei visitatori di ogni età, grandi e bambini, che stanno affollando la mostra, sia per la qualità del progetto espositivo che per l’occasione unica di ammirare da vicino “Le Château de Dolceacqua” e “Vallée de Sasso, effet de soleil”, in prestito dal Musèe Marmottan Monet di Parigi, e “Monte Carlo vu de Roquebrune”, proveniente dalla Collezione Privata di S.A.S. il Principe Alberto II di Monaco
A completare il percorso espositivo c’è la quadreria della Collezione Civica di Bordighera, le immagini fotografiche storiche, gli abiti d’epoca dal Museo Daphné di Sanremo, il patrimonio epistolare di Monet e gli approfondimenti multimediali con video, audioguide e ricostruzioni virtuali che raccontano l’esperienza dell’artista nel suo soggiorno.

Disponibile anche il catalogo della mostra, acquistabile sia in mostra che online sul sito web. Il volume racconta lo straordinario soggiorno del Maestro dell’Impressionismo in Riviera, da cui è scaturito il progetto della mostra che ha permesso il ritorno delle tre opere nei luoghi in cui furono realizzate 135 anni fa.

“La mostra permette di riprendere contatto con una storia bellissima, da raccontare ancora – spiega il curatore della mostra Aldo Jean Herlaut – Un tuffo nell’Ottocento in due luoghi, Bordighera e Dolceacqua, ancora di grande fascino. Visitare questa mostra sarà per tutti la scoperta assoluta di quella meraviglia che colpì così tanto Monet. Avrete l’opportunità straordinaria di vedere da vicino tre di questi dipinti. Sono certo sarà un’emozione che resterà nella memoria. ‘Claude Monet, ritorno in Riviera’ sarà una mostra unica e irripetibile”.

La mostra è visitabile con un biglietto unico per entrambe le sedi. Per i residenti di Bordighera e Dolceacqua, per omaggiare questo importante evento e stimolare un’ampia partecipazione, è prevista la “Monet Card”, con agevolazioni e sconti. Per avere diritto alla card è necessaria presentare in biglietteria un documento d’identità e i moduli compilati, scaricabili dal sito web www.monetinriviera.it.

Articolo precedenteImperia, i bimbi del Nido Mio Piccolo Mio in visita alla Caserma dei Vigili del Fuoco
Articolo successivoArma di Taggia, nuova illuminazione sul lungomare e in via Sant’Erasmo: approvato il progetto in Giunta