video

Dopo aver percorso le testimonianze di tutta la valle Argentina ad un anno dalla terribile alluvione che nella notte del 2 e 3 ottobre ha colpito Liguria, Piemonte e Francia, oggi poniamo l’attenzione sul caso di Meosü, località del comune di Taggia ancora oggi totalmente isolata.

Ci eravamo recati sul posto qualche mese fa per raccogliere le testimonianze degli abitanti. Oggi a parlarne sono il sindaco Mario Conio e il sindaco del confinante comune di Badalucco Matteo Orengo.

Una situazione difficile quella di Meosü che, in sintesi, non prevede di ricostruire il ponte crollato che consentiva l’accesso alla frazione; il nuovo progetto, per essere a norma, comporterebbe una spesa di oltre due milioni e mezzo di euro. Per questo si è optato per una strada che dalla località di Fraitusa discenda a Meosü.

L’opera ha un importo stimato di 700 mila euro, dei quali 380 mila stanziati dal comune di Badalucco tramite le somme urgenze.

“Le famiglie non si sentano abbandonate – asserisce Mario Conio – ahimè la difficoltà è davvero grande ma il comune non si tira indietro e sta lavorando nel pieno rispetto delle normative”.

In seguito all’articolo alleghiamo il comunicato stampa inviatoci dal Comitato Meosü.

Articolo precedenteTra conferme e volti nuovi ecco i 21 nuovi sindaci della provincia di Imperia
Articolo successivoSanità, disservizi prenotazioni Cup Asl1, Ioculano (PD): “Impensabile che un cittadino debba passare la giornata al telefono nella speranza di prendere un appuntamento”