La sanremese Letizia Marvaldi contribuisce alla ricerca sul dolore acuto e cronico: i suoi studi pubblicati su 'Science'

Letizia Marvaldi, sanremese, da anni lavora al Weizmann Institute of Science di Rehovot in Israele, uno degli istituti più all’avanguardia a livello mondiale nel campo della ricerca.

Le sue importanti ed eccellenti ricerche sul dolore sono state recentemente pubblicate dalla prestigiosa rivista americana Science. L’articolo, dal titolo ‘Importin a3 regulates chronic pain pathways in peripheral sensory neurons’, tratta in particolare di nuove vie di segnalazione per lo studio del dolore acuto e cronico.

“L’ipotesi sul tavolo era capire se la proteina chiamata importina avesse anche un ruolo per quanto riguarda la percezione del dolore. Nel laboratorio di Mike Fainzilber studiamo proprio le importine che hanno la funzione di trasportare proteine nel nucleo della cellula,” spiega Marvaldi.

“Ogni proteina che trasportano agisce nell’attivare i geni nel nucleo. Ci siamo quindi chiesti se queste importine avessero un ruolo nella conduzione del segnale nocicettivo (il dolore fisiologico ndr) nei neuroni sensoriali periferici. Siamo partiti dal dolore acuto e siamo passati poi a quello cronico perché i risultati che ci portavano i test sui topi erano molto chiari: sentivano meno dolore.”

Il team ha poi ricercato farmaci che potessero ridurre sia il dolore cronico sia acuto. “Il 25% circa della popolazione mondiale soffre di dolore cronico. Essere parte di questo studio ed eventualmente contribuire alle cure ti fa sentire importante. Allo stesso tempo pubblicare su Science è stato come toccare il cielo con un dito.”

L’intervista integrale a Letizia Marvaldi è visibile nel video servizio a inizio articolo.