La Camera di Commercio “Riviere di Liguria” Imperia La Spezia Savona ora guarda all’Africa per creare nuove opportunità di lavoro, crescita e business alle imprese del territorio. Un continente con enorme potenzialità per tessere possibili legami con le aziende liguri: l’idea di avviare nuove relazioni, in particolare con la Tanzania e l’area orientale, è venuta al presidente dell’Ente camerale Enrico Lupi durante la cerimonia di apertura del Raduno di Vele d’Epoca grazie all’incontro con due imprenditori in visita ad Imperia.

Il primo, Andrea Boero imperiese da dieci anni in Tanzania, a capo di una società di brokeraggio nel settore dell’aviazione privata e di un’altra società che organizza safari.

L’altro imprenditore è Toufiq Salim Turky, executive chairman, presidente del gruppo Vigor, società con interessi in vari settori produttivi compreso l’agroalimentare. Salim Turky è membro del Parlamento della United Republic of Tanzania ed è presidente della Camera di Commercio Africa orientale.

I due manager sono stati ricevuti in Camera di Commercio a Imperia dal presidente Enrico Lupi e dal segretario generale Marco Casarino. Un colloquio di oltre un’ora è servito a individuare le aree di interesse e a mettere a fuoco una strategia comune. I due interlocutori hanno sottolineato obiettivi ed esigenze.

“L’Africa è ricca di risorse a partire dalle materie prime – hanno spiegato – e non vuole più dipendere da Cina e Asia. Intende sfruttare al meglio il suo grande patrimonio. E per far questo ha bisogno di interlocutori e partner in grado di avviare programmi concreti di crescita e sviluppo economico. La classe media emergente vuole emanciparsi, ma ha bisogno di nuovi partner per avviare progetti tecnologici, innovativi per costruire business. L’Africa, un miliardo e mezzo di abitanti, ha di fronte un grande futuro e non intende più essere sfruttata”.

Al termine dell’incontro Enrico Lupi e Marco Casarino si sono trovati d’accordo nell’accogliere la proposta di Toufiq Salim Turky a creare una delegazione dell’ente camerale per approfondire le tematiche di una possibile sinergia tra i due Paesi. Salim Turky si è impegnato a inviare alla Camera di Commercio “Riviere di Liguria” l’invito ufficiale per condividere programmi e iniziative atte a individuare aree di business reciproco per le imprese liguri nel comparto dei settori pesca, agroalimentare, fiori e nautica.

Articolo precedenteCervo, inaugurata al Castello dei Clavesana “La mostra del Pennello d’Oro”
Articolo successivoArrivati alla base militare di Sanremo altri 121 profughi afghani in fuga da Kabul