Inaugurato il 'SEM', da oggi la storia di Riva è accessibile a tutti

Inaugurato oggi a Riva Ligure il nuovo Spazio Espositivo Multimediale (S.E.M.) dedicato al patrimonio artistico della città.

All’interno del S.E.M. sono infatti conservati ed esposti al pubblico i reperti venuti alla luce durante gli scavi degli ultimi anni nel sito di Capo Don. Da oggi tutti i risultati raggiunti in nove anni di scavi possono finalmente essere visibili a tutti.

È situato all’interno del Palazzo Comunale e, avendo una superficie limitata, si è scelto di esporre solo alcuni dei reperti significativi selezionati durante le indagini archeologiche, attorno ai quali è stato costruito un percorso museale che ne esalta la valenza simbolica e il disegno attraverso luci, audio, proiezioni e allestimenti multimediali.

Grande soddisfazione per il sindaco Giorgio Giuffra che ringrazia tutte le persone che si sono adoperate nella realizzazione di questo progetto e dichiara: “È un momento unico, che fa bene alla nostra comunità perché ci fa riscoprire le nostre tradizioni”.

L’apertura del S.E.M. è il primo passo verso la valorizzazione sempre più importante del patrimonio di Riva Ligure. Il prossimo obiettivo dell’Amministrazione è quello di riuscire ad aprire al pubblico anche il sito degli scavi “in modo tale che ci sia una sinergia tra il sito e lo spazio espositivo”, conclude Giuffra.

L’allestimento del S.E.M. è a cura dell’Architetto Sergio Raimondo e ha visto coinvolti: il dott. Umberto Salemi e l’arch. Davide Lantrua e il geom. SaschaHoffmann; le ditte Calvini sas, CRaSh Production, Esedigital, ETT S.p.A., F.lli Papone di Papone Antonio & C. Snc; gli attori Giorgia Bruzzo, Alberto Giusta e il Teatro del Marchingegno.