A circa un mese e mezzo dalle elezioni amministrative del 10 giugno, il candidato sindaco a Imperia Carlo Carpi prosegue la sua battaglia continuando a manifestare dubbi sulla regolarità durante le operazioni di spoglio del primo turno.

L’imprenditore genovese ha, infatti, richiesto ufficialmente all’ufficio URP del Comune di visionare i verbali dei seggi 5, 8, 19 e 38.

“Rimango in attesa di un riscontro da parte del Comune entro i 30 giorni di legge,” ha dichiarato Carpi.

L’imprenditore durante il primo turno aveva raccolto 28 voti e fin da subito avevo dimostrato perplessità sul risultato ottenuto.

Articolo precedenteVilla Grock, in vetta alla classifica ligure dei “Luoghi del cuore FAI”
Articolo successivoQuando Salvini mi criticò (a mia insaputa)