“Leggo fuorvianti e parziali interpretazioni della relazione semestrale della Corte dei Conti sul nostro piano di riequilibrio. I giudici non hanno espresso alcuna bocciatura e si sono limitati aportare all’attenzione alcune preoccupazioni, sulla base di dati parziali, che sono tuttavia già acquietate dai dati definitivi del Consuntivo approvato in Giunta e che sarà portato nel prossimo Consiglio Comunale. Posso già anticipare che il risultato di gestione 2019 vede un avanzo consistente, pur scontando la quota di disavanzo ereditato. Non c’è nessuno spettro di dissesto. La Corte si è limitata a ricordare che, a norma, di legge, un’eventuale deficit “grave e reiterato” potrebbe dare avvio alla procedura. Come qualsiasi madre, quando fa le raccomandazioni al figlio, rappresenta le conseguenze di una disubbidienza. Non siamo in questa situazione, anche perché la nostra Amministrazione monitora costantemente l’andamento del bilancio. Il sindaco ha convocato per mercoledì una nuova riunione per fare il punto.

In merito ai debiti fuori bilancio, mi preme sottolineare che per lo più (810 mila euro su 840 mila euro) sono stati assunti per interventi di somma urgenza derivanti dagli eventi meteo dell’autunno 2019 e che i fondi verranno riconosciuti al Comune di Imperia, come già avvenuto nel recente passato, dal Dipartimento di Protezione Civile. Anche su questo fronte, dunque, possiamo esprimere tranquillità. Il 2019 per i conti del Comune di Imperia è stato un anno buono, come da tanto tempo non era”. Così l’assessore ai Servizi Finanziari del Comune di Imperia, Fabrizia Giribaldi.