video
02:00

Torna anche quest’anno il presepe nella Parrocchiale di Sant’Antonio Abate, a Costa d’Oneglia.

Allestito come sempre dalle sorelle Salandria, Antonella e Rosangela, il presepe è curato nei minimi dettagli: dalla casa, dipinta a mano e arredata con piccoli oggetti (un tavolo, una sedia, frutta, filoncini di pane, ceste e stoffe…), agli esterni, dove figurano anche un pozzo, un albero che sovrasta l’abitazione, pietre locali e muschio fresco. Presente, in primo piano, un carro realizzato su misura dai maestri di San Gregorio Armeno, strada di Napoli celebre in tutto il mondo per le botteghe artigiane di presepi.

“Quest’anno abbiamo fatto un allestimento molto più piccolo rispetto agli altri anni, perché purtroppo il covid ci ha messo i bastoni tra le ruote – spiega Rosangela. – Il presepe sarà visibile durante le funzioni religiose fino al 17 gennaio, giorno del nostro patrono Sant’Antonio Abate”.

Articolo precedente“Regole certe e durature, vogliamo restare aperti”. Andrea Di Baldassare rilancia l’appello della Confcommercio al Governo
Articolo successivoIncontro tra Regione, Anci e i distretti sociali: da progettare 7 misure per stimati 43 milioni. Cavo: “Incontro costruttivo, importante la partecipazione alla manifestazione di interesse”