È probabile che almeno questa estate, forse perché costretti o forse perché impauriti, vivremo in modo un po’ diverso la spiaggia, non più come un luogo dove passare l’intera giornata sotto l’ombrellone a leggere il giornale e o a giocare a racchettoni. Magari questa estate avremo l’opportunità di fare sport o attività, poco aggregative ma sicure, magari proprio quelle che non avevamo mai trovato il tempo o l’occasione di fare. Lo snorkeling ad esempio!”

Queste le parole della biologa Monica Previati, referente scientifica dell’associazione Informare, da anni impegnata nella divulgazione e nella valorizzazione dell’ambiente costiero, attraverso il coinvolgimento attivo e diretto dei cittadini.

“Questo difficile momento potrebbe trasformarsi in un’opportunità per vivere il mare e la natura in un modo diverso, un pò più solitario però sempre sicuro e divertente. Il mare di Diano Marina così come quello dell’intera provincia di Imperia, è meraviglioso, ricchissimo di specie molto di più di quello che ci possiamo immaginare. Solo che non sappiamo vederle né riconoscerle perché non sappiamo dove guardare, né come, né quando. Ecco lo scopo di questa campagna di comunicazione per la valorizzazione del mare (e non solo) di Diano Marina,” prosegue Monica che lancia la nuova iniziativa nata dalla rinnovata collaborazione tra l’associazione e il Comune del Golfo Dianese. L’annuncio arriva proprio oggi, giorno nel quale è stato assegnato a Diano Marina l’ambitissimo riconoscimento, da tempo atteso, della Bandiera Blu.

“La campagna inizia con un video del porto che si è dimostrato in tutta la sua bellezza grazie a questo periodo di inattività. Dopo il video posteremo delle foto degli abitanti più comuni del mare dianese, soprattutto dei primi metri d’acqua, così da dare a tutti gli strumenti per conoscere le bellezze del mare, anche a riva, senza bisogno di andare lontano o di avere una barca! Basterà una maschera, uno snorkel e delle pinne; addirittura in alcuni casi basterà avere pazienza e restare su uno scoglio in silenzio a guardare. Noi dell’associazione Informare vogliamo accompagnare i turisti e i cittadini in questo nuovo viaggio dentro al mare di Diano, un viaggio che dovremo fare in silenzio, alla giusta distanza gli uni dagli altri ma che si dimostrerà comunque meraviglioso. Le foto saranno correlate con delle didascalie che racconteranno l’animale e la sua collocazione così ogni bambino ed ogni adulto, potranno cercarlo e magari catturarlo, non con il retino ma con una macchina fotografica o semplicemente con la propria memoria! La campagna terminerà con una sorpresa che però non sveliamo ancora. Per conoscerla dovrete seguirci sulla nostra pagina Facebook e sul nostro sito, dove troverete tutto il materiale da poter guardare per prepararvi ad un’estate ricca comunque di emozioni, anche se da vivere a distanza!”

Articolo precedenteCoronavirus, assessore Scajola: “Documento tecnico Inail giudicato negativamente dalle regioni al tavolo nazionale sul demanio marittimo”
Articolo successivoCoronavirus, prosegue il lavoro della Regione per le riaperture della ‘fase 3’. Toti: “Necessaria compatibilità tra sicurezza e sostenibilità economica”