fabio viale sib

Nonostante una partenza ritardata di circa due mesi, a causa all’emergenza coronavirus, gli stabilimenti balneari del Golfo Dianese hanno iniziato a lavorare a pieno ritmo da un paio di settimane.

Tra misure di sicurezza, distanziamento fisico e norme igieniche, le spiagge iniziano finalmente a popolarsi di turisti, provenienti soprattutto dal Nord Italia.

“Siamo aperti da circa due settimane” spiega Fabio Viale, presidente provinciale SIB, Sindacato Italiano Balneari – Confcommercio. “Finalmente i clienti stanno arrivando, questo weekend è arrivata tantissima gente, soprattutto i turisti stanno capendo che si può venire in spiaggia senza nessun tipo di problema: ci sono tutte le misure di sicurezza che ci sono state richieste e non abbiamo avuto nessun problema in tutto il Golfo per quanto riguarda gestione e controllo di bagnanti.

Credo che la gente ormai ha capito che può venire, le prenotazioni stanno andando molto bene e penso che a luglio e agosto potremo lavorare come gli altri anni. Abbiamo saputo che le scuole riapriranno a metà settembre quindi tireremo la stagione fino alla fine di settembre”.

“Ho visto praticamente solo italiani, pochissimi stranieri – è il commento di un turista di Pavia. – Secondo me gli italiani hanno riscoperto un po’ la loro Italia, qui abbiamo dei posti meravigliosi”.