video

Il Festival di Sanremo è pronto a partire, tra difficoltà e diversità rispetto al passato, dal 2 al 6 marzo 2020.
Lo spazio di Casa Sanremo all’interno del Palafiori di corso Garibaldi quest’anno non sarà accessibile al pubblico, solitamente numerosissimo ma sarà adibito ad ospitare studi televisivi non riconducibili alla Rai.

Sarà proposto un palinsesto di ventiquattro ore per raccontare il Festival sotto un altro punto di vista, da seguire sulle varie piattaforme. Ne abbiamo parlato con Vincenzo Russolillo presidente di “Gruppo Eventi” che da parecchi anni ha la gestione di quello spazio durante la kermesse canora.

“Ci sono tanti addetti ai lavori che vogliono esserci. Il Festival di Sanremo deve essere un punto di ripartenza per tutti coloro che lavorano all’interno del mondo dello spettacolo – commenta Russolillo – ci sono i modi per poter ripartire ed essere presenti ma con una voce unica. Non restando compatti abbiamo dimostrato di essere deboli e di conseguenza anche dimenticati. Il nostro obiettivo è fare diventare Casa Sanremo un punto di sintesi e un punto di aggregazione fisica e virtuale per gli operatori nel mondo dello spettacolo”.

La pandemia non è però scomparsa e non sparirà con la messa in onda del Festival, è presente e ha stravolto le esistenze di tutti: “Noi apparteniamo a un settore che ha ancora voglia di essere vivo e attivo. Casa Sanremo quest’anno è dedicato a tutti coloro che sono stati dimenticati ed emarginati” prosegue Russolillo.

Per quanto riguarda l’amministrazione comunale di Sanremo dice: “Abbiamo ricevuto un forte aiuto, soprattutto dal punto di vista morale che in questo momento vale anche di più della burocrazia e dei fatti reali” riferisce il Presidente di Gruppo Eventi.

Il pensiero ora è rivolto a coloro che vivono grazie al Festival: “Vivere questa manifestazione in un modo ridimensionato non fa piacere a nessuno. Un Festival diverso da quello che si prospetta avrebbe sicuramente fatto bene a tutti” conclude Russolillo.

L’intervista integrale a Vincenzo Russolillo nel video-servizio di Riviera Time.