[beevideoplayersingle adstype=”video-ads” videourl=”https://vimeo.com/222506183″ videoadsurl=”https://vimeo.com/224092271″ adsurl=”https://www.sialpieve.com/”]Sarà un’estate particolarmente intensa per le amministrazioni comunali sul fronte della sicurezza. Le direttive arrivate dal ministero dell’Interno sono state chiare: senza i requisiti di sicurezza, gli eventi saranno cancellati.

A farne le spese, per prima, è stata la Notte Bianca di Ventimiglia, che non si svolgerà questo sabato a differenza di quanto previsto, proprio perché gli organizzatori non sono riusciti a garantire alla Prefettura tutte le misure straordinarie elaborate per le manifestazioni estive. Quindi per il momento niente Notte Bianca, a settembre si vedrà.

Un esempio che fa comprendere come, tra l’allarme terrorismo e il dramma dei recenti fatti di Torino, la Riviera dei Fiori dovrà fare i conti con un’estate blindata. Un’estate in cui ad amministrazioni e forze dell’Ordine toccherà l’arduo compito di bilanciare le esigenze di sicurezza con le legittime aspettative turistiche e commerciali di cittadini, turisti e operatori economici.

Articolo precedenteSanremo: domani al via ‘Fiera Casa Sanremo’, dedicata all’edilizia e al risparmio energetico
Articolo successivoDentro gli scavi: alla ricerca del passato di Riva Ligure