La recente condizione di siccità che sta interessando il nostro territorio evidenzia una disponibilità ridotta delle sorgenti che porta inevitabilmente a dover adottare delle misure di prevenzione.

L’acquedotto Comunale dell’estremo Ponente (che serve i Comuni di Bordighera, Camporosso, Ospedaletti, Biagio della Cima, Seborga, Soldano, Vallebona e Vallecrosia) ha emanato divieti e limitazioni riguardanti l’erogazione dell’acqua potabile. L’obiettivo è quello di ridurre i consumi della risorsa, sopratutto gli sprechi e gli usi impropri.

La popolazione è invitata ad utilizzare l’acqua potabile solo per uso igienico-sanitario e alimentare evitando, ad esempio, di lavare i veicoli, riempire vasche, fontane e ornamenti con acqua potabile e di lavare cortili e strade.

Altri accorgimenti riguardano la tempestiva riparazione di perdite di rubinetti, la limitazione, ove possibile, della ricarica degli sciacquoni, utilizzare l’acqua di lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante e l’acqua di cottura per lavare le stoviglie, attivare lavastoviglie e lavatrici solo a pieno carico.

Le attività produttive che utilizzano l’acqua in modo consistente (autolavaggi, imprese agricole) sono invitate a concentrare le proprie attività in determinate fasce orarie, in modo tale da ridurne al minimo la dispersione.

Articolo precedenteCasinò di Sanremo: tanti spettacoli ad agosto, domani il jazz di Karima
Articolo successivoFestival, intesa più vicina tra Comune e Rai per il rinnovo triennale